Bagnoli, ag. Fifa: "Rhodolfo? Difensore completo, ma a gennaio è difficile che si muova"

28.01.2013 14:05 di Simone Francioli   vedi letture
Fonte: ilsussidiario.net
Bagnoli, ag. Fifa: "Rhodolfo? Difensore completo, ma a gennaio è difficile che si muova"
Vocegiallorossa.it
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS

L'agente Fifa Andrea Bagnoli, esperto di calcio sudamericano, ha parlato del possibile arrivo del centrale difensivo classe '86 Luiz Rhodolfo Dini Gaioto, attualmente in forza al São Paulo:

Rhodolfo può essere un acquisto adatto alla difesa di Zeman, che già conta due brasiliani titolari? "Rhodolfo è un difensore molto importante, al di là di come possa ambientarsi o adattarsi alla squadra di Zeman. Sono convinto che sia uno dei difensori migliori perché sa fare bene sia la fase di costruzione che quella prettamente difensiva. E' un difensore completo".

Con il São Paulo ci possono essere margini di trattabili, per acquistare Rhodolfo a Roma già a gennaio? "Il São Paulo è una bottega cara. E' tanto che si parla di Rhodolfo, anche in relazione a squadre italiane: andava preso quando ancora giocava nell'Atletico Paranaense (fino al 2011, ndr). In quel periodo con un milione e settecento/ottocento mila euro lo si acquistava; adesso la sua valutazione è totalmente diversa. Non credo che Rhodolfo, così come i grandi nomi del mercato brasiliano, possa arrivare in Italia a gennaio".

Anche nonostante la mediazione di Walter Sabatini, che in Brasile può sempre dire la sua? "Quello può aiutare, in Brasile Sabatini è molto quotato. Sa lui come muoversi, però ripeto: quando parli con società come il São Paulo è come chiedere all'Inter o al Milan, o alla Juventus. Questi grandi campioni, che giocano in grandi società, sono difficili da acquistare nella sessione di mercato di gennaio. Viceversa è più facile che arrivino ad agosto, quando c'è più tempo per trattarli".

Il recente infortunio di Balzaretti, rimediato contro il Bologna, può dare continuità a Dodô: il giovane terzino può diventare un valore aggiunto? "I giocatori che arrivano dall'estero hanno bisogno di tempo per ambientarsi al nostro calcio, questa è una considerazione semplice ma basilare. Sono convinto che giocando con frequenza Dodô può essere utile alla Roma", ha dichiarato al portale ilsussidiario.net.