Arezzo, Capuano: "Con Perotti la Roma ha fatto un colpo importante"

07.02.2016 10:15 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
Arezzo, Capuano: "Con Perotti la Roma ha fatto un colpo importante"
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

"Il mercato della Sampdoria lascia perplessi, un allenatore di valore come Montella meritava qualcosa di più". Schietto, sincero e senza peli sulla lingua. Parla a tuttomercatoweb.com Eziolino Capuano, allenatore dell'Arezzo e spesso al centro delle attenzioni mediatiche.

I numeri raccontano che la media punti di Zenga è superiore a quella di Montella.
"Fermo restando che anche Zenga è un ottimo allenatore non si possono fare questi paragoni. Montella non è un allenatore che può subentrare, ha la cultura del lavoro e avrebbe dovuto aspettare senza buttarsi a capofitto sulla Samp. Con tutto il rispetto per la Samp".

La Roma invece sorride.
"Quando si vince cresce l'autostima e c'è più entusiasmo. Ma bisogna dare continuità ai risultati".

Se le dico Massimo Ferrero?
"La libertà di pensiero è il sentimento che dovrebbe albergare in ognuno di noi. È un imprenditore importante".

Chi ha fatto il mercato migliore?
"La Roma con Perotti ha fatto un colpo importante".

Da chi si aspettava di più?
"Essendo convinti di essere già salvi magari alcuni hanno fatto meno e questo può essere un errore di valutazione. Sicuramente dalla Samp mi aspettavo di più sul mercato".

E il suo Arezzo, mister?
"Veniamo da una serie positiva, siamo più vicini alla nostra meta che è la salvezza".

Immagino che da parte sua ci sia la voglia di puntare a qualcosa in più...
"Quando un allenatore non ha l'ambizione deve smettere. Alleno dal 1989-1990, non sono mai stato fermo. Penso di meritare qualcosa in più. Ma magari quel qualcosa in più lo conquisto con l'Arezzo. Oggi però penso alla partita contro il Pisa".

Dove c'è Gattuso...
"Lo stimo e lo ammiro tantissimo proprio perché dice ciò che pensa".

E tra le mani ha una corazzata.
"Ha fatto un mercato di altissimo livello in poco tempo grazie a un dirigente capace come Fabrizio Lucchesi. Il Pisa ha tanti giocatori di spessore, ma veder giocare Varela in Lega Pro è un peccato, è uno da categorie superiori. Bravo anche Eusepi, ma Varela è uno che fa la differenza".