Simplicio: "Per me conta solo indossare la maglia della Roma" VIDEO!

Dall'inviato a Riscone Emanuele Melfi
16.07.2010 11:58 di Redazione Vocegiallorossa   vedi letture
Simplicio: "Per me conta solo indossare la maglia della Roma" VIDEO!
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Oggi la prima conferenza stampa da Riscone di Brunico. Sarà il neo acquisto Fabio Simplicio a rispondere alle domande dei giornalisti subito dopo il termine dell'allenamento.

Dove può arrivare questa Roma?

"Dopo quello che si è fatto l'anno scorso, penso che si possa arrivare ovunque"

Perchè la Roma e perchè ti ha convinto?

"Io sapevo dai giornali di questo interessamento. Mi hanno cercato. Dovrò faticare per trovare posto? Questo non è un problema."

Dove preferisci giocare?

"E' indifferente. Penso a fare il mio meglio. MI sono trovato bene ovunque, qua non sarà diverso. L'importante per me è indossare la maglia della Roma, per me cosa grandissima, squadra di grandissimo valore."

L'Inter è sempre la favorita...

"Si riparte da zero, è un'altra stagione, ora si ricomincia dalla Supercoppa"

Adriano com'è?
"Tranquillissimo. C'ho giocato contro e non vedevo l'ora di giocare insieme a lui e appena ho saputo che sarebbe arrivato ho pensato che potremmo fare grandi cose"

Ranieri?
"Carica moltissimo il gruppo, dà una mano ed è disponibile con tutti".

Ti aspettavi questa accoglienza dai tifosi?
"E' sempre bello vedere l'affetto dei tifosi, speriamo di farli contenti".

Sarai il vice Pizarro?
"Sono venuto qui sapendo che avrei trovato tanti giocatori importanti a centrocampo. Se partirò dalla panchina o da titolare sarà indifferente. Cercherò di giocarmela e cercherò di imparare e dare una mano. Non ho certo la pretesa di giocare per forza".

Un commento sulla situazione societaria?
"Lavoriamo tutti solo sul campo. Fuori c'è gente esperta che lavora noi dobbiamo pensare solo al campo"

Com'è l'ambiente dentro lo spogliatoio?
"Spettacolare, l'accoglienza è stata bellissima. Si scherza quando si può e si fa sul serio quando bisgna lavorare."

Sei stato vicino all'Inter a gennaio?
"Ho avuto l'occasione di andare ma poi non si è concretizzata la trattativa per cui ho deciso di rimanere a Palermo".

Più simile a Pizarro o a Perrotta come caratteristiche?
"Sono arrivato in Italia giocando come centrocampista basso poi ho giocato anche più avanti ma mi trovo bene ovunque"

Qual è l'allenatore con il quale ti sei trovato meglio?
"Mi sono trovato bene con tutti. Chi mi ha dato una spinta è stato Silvio Baldini, il mio primo allenatore. Ero appena arrivato in Italia
e mi ha fatto crescere tanto".

Il mondiale?
"Per noi brasiliani è stata una delusione, mi aspettavo di più dai miei compagni. Spero di poter tornare in Nazionale anche grazie alla Roma"

Zamparini?
"Lo devo solo ringraziare per gli anni che ho passato al Palermo. Preferisco non entrare in polemica con lui".

Si dice che Adriano abbia un carattere chiuso..
"Non lo conosco molto bene ancora, è comunque un ragazzo sereno, tranquillo, sta cercando di tornare il vero Adriano e noi gli staremo vicino".

Totti che impressione ti ha fatto?
"E' un altro calcio. Un giocatore che ti mette in condizione di fare sempre bene".

Hai giocato già in passato con qualche tuo attuale compagno?
"In Brasile ho giocato con Cicinho e Baptista, e ho affrontato da avversario Doni e Juan"

A Roma c'è una consolidata tradizione di brasiliani
"Molti hanno vinto e anche io voglio entrare nella storia di questa squadra".

DIVENTA FAN DI VOCEGIALLOROSSA SU FACEBOOK