GIULIO ONESTI - Spugna: "Non avrebbe senso difenderci e basta. Se dovessimo vincere, dovremmo preoccuparci di noi stessi. Possiamo aprire un ciclo importante"

23.11.2022 09:22 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
GIULIO ONESTI - Spugna: "Non avrebbe senso difenderci e basta. Se dovessimo vincere, dovremmo preoccuparci di noi stessi. Possiamo aprire un ciclo importante"
© foto di Vocegiallorossa.it

Alle 10.30, al Centro di Preparazione Olimpica Giulio Onesti, si è tenuta la conferenza stampa del tecnico della Roma Femminile, Alessandro Spugna, alla vigilia della terza giornata di Women's Champions League contro il Wolfsburg.
Vocegiallorossa.it vi ha fornito la diretta testuale dell'evento.

Andressa è a disposizione?
"Sì, è in gruppo".

Lei aveva parlato di consapevolezza e rispetto. C'è anche spensieratezza dopo i primi risultati?
"Domani abbiamo una grande opportunità che ci siamo creati, avendo gli stessi punti del Wolfsburg. Vogliamo provare a giocare la partita per capire a che punto siamo. Quindi giocheremo con spensieratezza, serenità, mettendo in campo le nostre armi contro una delle squadre più forti in Europa ma dobbiamo giocare come sappiamo. Non avrebbe senso difenderci e basta contro di loro, ci farebbero male. Sappiamo che la qualificazione non ce la giocheremo contro di loro ma contro le altre due".

Roma punto di partenza o di arrivo?
"Un punto di partenza. Siamo qui in un grande club e vogliamo continuare a fare bene, sia in Italia, sia in Europa dove stiamo meritando di stare. Roma è un punto di arrivo perché si può aprire un ciclo importante".

Questa Roma può battere uno squadrone come il Wolfsburg?
"Abbiamo una grande opportunità domani: fare una gara coraggiosa, seguendo i nostri principi, sapendo di avere di fronte una squadra forte, tra le più forti in Europa. Se siamo qui è perché ce lo siamo meritati, dobbiamo avere il coraggio di mettere in campo quello che sapremo fare. Se dovessimo perdere, saremmo in linea con i pronstici. Se dovessimo pareggiare, saremmo contenti. Se dovessimo vincere, dovremmo preoccuparci di noi stessi. A parte tutto, capiremo a che punto saremo contro una corazzata del genere".

Entrambe siete a 6 punti. Dovesse arrivare una vittoria, sarebbe un salto di qualità al livello internazionale?
"Sarebbe un risultato importante, conterà comunque analizzare la prestazione ma certamente sarebbe qualcosa di unico e importante".