Roma-Palermo 5-0 - Le pagelle

21.02.2016 22:42 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
Roma-Palermo 5-0 - Le pagelle
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Szczesny sv: il Palermo non tira mai in porta. Si guadagna il gettone con un'uscita bassa nel finale. Serata noiosa.

Maicon 6.5: nel primo tempo tenta qualche incursione delle sue. Entra in area, la butta in mezzo e trova Dzeko tutto solo che, a porta vuota, butta fuori. Tenta anche il tiro ma ha poco fortuna. Attento e preciso anche in fase difensiva. Dal 33'st Strootman sv: bentornato campione!

Manolas 6.5: non gli pare vero di poter passare una serata tranquilla con gli amici, senza ansie.

Rüdiger 7: insieme all'amico greco passa una serata serena. Si dimentica un avversario nel finale ma ci pensa Szczesny a tenere la porta inviolata.

Digne 6.5: offre una discreta spinta sulla fascia sinistra, sempre con ordine e puntualità

Florenzi 6.5: la notizia è che cambia posizione solo una volta quando, dopo l'uscita di Maicon, è costretto a spostarsi nella posizione di terzino destro.

Keita 7: primo gol in campionato per il maliano, che sfiora addirittura la doppietta.

Nainggolan 6.5: deve atterrare meno avversari del solito. Prova anche qualche sortita offensiva, sforna un assist per Maicon il cui tiro di controbalzo termina alto. Serve poi un pallone a Salah che segna la sua doppietta personale.

Pjanic 7: schierato finalmente in posizione più avanzata, mostra di trovarsi subito a proprio agio. Duetta con Salah, serve l'assist per il gol di Dzeko e prende il palo su punizione. Esce tra gli applausi del pubblico. Dal 26'st Falque sv.

Salah 7.5: tutta la cattiveria sotto porta che sarebbe servita in Champions la tira fuori stasera. Ottima l'intesa con Dzeko, che gli serve l'assist per il primo gol. Poco dopo, quando sembra essersi allungato troppo il pallone, fa una magia di sinistro e sigla la doppietta. Dal 40'st Perotti sv.

Dzeko 7.5: la sua partita inizia come peggio non potrebbe iniziare, sbagliando un gol che fa concorrenza solo a quello fallito da Correa contro l'Inter. Neanche il tempo di pensarci troppo perché due minuti dopo segna il gol che sblocca la gara. È una rete liberatoria: gioca con la mente più tranquilla e il suo assist per Salah è una delizia per i palati fini. Non contento, trova anche il suo secondo gol.

Spalletti 7: l'avversario era ampiamente alla portata ma, con tutto il caos provocato dal caso Totti, questa partita rischiava di diventare un boomerang clamoroso.