Roma-Benevento 5-2 - Le pagelle del match

19.10.2020 21:45 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
Roma-Benevento 5-2 - Le pagelle del match
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Mirante 7: subisce un gol su tiro deviato e un altro su rigore che aveva parato. Non può fare di più. Abile nel trovare Mkhitaryan con un rilancio millimetrico per il secondo gol giallorosso.

Santon 6,5: spinge moderatamente sulla destra e tiene abbastanza bene la posizione. Dal 73' Bruno Peres SV.

Mancini 6,5: rimane concentrato e porta a termine la partita senza sbavature particolari.

Ibanez 6: sfortunato protagonista del primo gol avversario, gioca una gara discreta ma non eccelsa. Bravo nei duelli aerei, rischia per troppa sicurezza nei propri mezzi. Dal 78' Kumbulla SV.

Spinazzola 7: quando accende i motori e parte sulla fascia risulta imprendibile. Non è più una sorpresa da tempo, ormai.

Cristante 6,5: un paio di giocate di qualità e una prestazione convincente per l’ex atalantino.

Veretout 6: un suo errore procura un (dubbio) rigore al Benevento. Si riscatta siglando lui stesso il rigore che riporta in vantaggio la Roma. Fa e disfa. Dal 73' Villar 6,5: entra e mostra subito la sua tecnica e, soprattutto, la sua velocità di pensiero e una grande capacità nel selezionare la giocata migliore, propiziando il 4-2.

Pedro 7,5: con il suo gioco di gambe fa sparire e ricomparire il pallone quando e come vuole. Campione. Dal 78' Perez 6,5: entra e segna un grandissimo gol, evidenziando ancor di più la grande qualità che la Roma ha in fase offensiva.

Pellegrini 7: decisivo in occasione del primo gol giallorosso. Gioca nel complesso una gara più che buona, mostrando la sua qualità nel trasmettere il pallone con efficacia.

Mkhitaryan 7: due assist e tanta qualità in campo. Peccato per il gol divorato nel finale, se lo sarebbe meritato.

Dzeko 7,5: dopo uno sbiadito inizio di stagione reagisce facendo da regista offensivo e siglando una doppietta che decide il match. Dal 84' Borja Mayoral SV.

Fonseca 7: con il Benevento con una sola vera punta in campo, decide di riproporre il 4-2-3-1 e il campo gli dà ragione. La Roma subisce gol a causa di due episodi sfortunati ma, in avanti, i giallorossi hanno tanta qualità.