ERNST HAPPEL - Spalletti: "Fazio ha un trauma al polpaccio, rischioso metterlo in campo. De Rossi potrebbe giocare in difesa". Rüdiger: "Sono pronto per giocare". VIDEO!

03.11.2016 08:12 di Marco Juric   vedi letture
Fonte: dall'inviato a Vienna Alessandro Carducci
ERNST HAPPEL - Spalletti: "Fazio ha un trauma al polpaccio, rischioso metterlo in campo. De Rossi potrebbe giocare in difesa". Rüdiger: "Sono pronto per giocare". VIDEO!

L'allenatore della Roma Luciano Spalletti e il difensore Antonio Rüdiger stanno tenendo la conferenza stampa alla vigilia del match di Europa League contro l'Austria Vienna. Vocegiallorossa.it è presente in loco e fornirà la diretta testuale delle dichiarazioni.

Inizia Antonio Rüdiger.
Come ti senti dopo la partita di Empoli?
"Sono pronto per giocare domani e spero il meglio per la partita. Ma la decisione è dell'allenatore"

In questo periodo di assenza, c'è stato un momento difficile?
"Non è stato un momento facile, ma sono felice di essere sano e di poter giocare ancora".

Si parla molto di mercato per te. Cosa vuoi dire in merito?
"Sono felice di essere un giocatore della Roma. Per me la cosa più importante è stare qui".

Inizia Spalletti.
"Palmieri ha una lesione al polpaccio, Manolas tornerà a Trigoria lunedì per allenarsi individualmente. Seck torna in gruppo venerdì o sabato. Totti ha un risentimento alflessore sinistro e verrà valutato la prossima settimana. Florenzi, Mario Rui, Nura e Vermaelen continuano il loro lavoro. Poi c'è Fazio che durante la partita ha subito un trauma al polpaccio destro ed è da valutare. Potrebbe essere rischio farlo giocare. Se oggi ha le sensazioni giuste fa qualcosa da solo. Domani lo valuteremo".

Fink ha detto che la Roma è forte. È un modo per allontanare la pressione?
"No ha ragione lui. È così, noi si gioca per vincere. Lui può fare quello che vuole, noi domani giochiamo per vincere".

Con gli uomini contati è possibile la difesa a tre o giocherà un Primavera?
"Noi avevamo fatto una rosa che non ci creasse problemi, soprattutto in difesa. Per il momento è così. Io domani ho a disposizione giocatori che possono completare il reparto. Io ho e do fiducia ai miei calciatori. Domani De Rossi può entrare a far parte del reparto difensivo. Lui ha quelle caratteristiche, anche per il futuro. E siamo nelle condizioni nel poter mettere una formazione di tutto rispetto".

In attacco si darà spazio a Iturbe e Gerson?
"Dove ho più alternative preferisco non dire chi gioca. I difensori sono contati, gli attaccanti ce ne ho uno in più, quindi non dico chi sarà il titolare e chi la riserva".

Che partita si aspetta domani? E cosa ha imparato dalla partita di andata? (domanda in italiano, ndr)
"Grazie per il benvenuto. Vienna è una bellissima città. Pulita,dove si può viviere, dove c'è una cultura evidente. Complimenti a voi. La partita d'andata ci ha insegnato tanto e degli errori fatti bisogna ricordarli e far si che non ricapitino. Ma vedo una Roma cresciuta negli ultimi tempi. Anche se i numeri non confermano questo trend. I calciatori non accettano di non vincere una partita come quella di domenica e diventa un ringhiare andando ad analizzare le motivazioni della non vittoria. Questa è una crescita del gruppo".

Le condizioni di Strootman? Riguardo al rinnovo di contratto?
"Lui farà parte dell'undici di partenza ed è uno di quei calciatori che hanno dentro questo non volerci stare quando le cose non vanno bene. E soprattutto in club come il nostro la sua presenza è importante. Ed è altrettanto importante che la società prenda in considerazione di continuare con un professionista come lui".