Una piacevole sensazione di serenità

18.09.2021 08:00 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
Fonte: L'editoriale di Alessandro Carducci
Una piacevole sensazione di serenità

Al di là di tutte le considerazioni sui singoli, su Pellegrini, su Shomurodov, su Abraham e via discorrendo quello che colpisce è un’altra cosa, ancora più importante. Pellegrini, a fine gara, ha detto che a Trigoria c’è un’aria speciale, che lui non ha mai visto.

PERCHÉ ROMA CE SA FA - Quest’aria, questa atmosfera, questa sensazione di giusto, una sensazione che ti fa pensare che tutto stia andando esattamente come deve andare viene trasmessa in campo. Si respira sugli spalti e anche in televisione. La Roma dà sempre l’idea di avere tutto sotto controllo, anche quando in realtà non è così. Sebbene contro il Sassuolo abbia rischiato più volte di perdere, la percezione era che alla fine ce l’avrebbe fatta, non sarebbe crollata.
I giallorossi trasmettono l’idea di tenere bene la scena, come un cantante o un attore che, pur stando da soli, tiene il pubblico, si mangia il palcoscenico o con movimenti decisi, forti e spettacolari oppure con gesti lenti, magnetici con cui catturare l’attenzione di tutti anche senza fare niente, anche stando fermi.
Ecco, la Roma dà l’impressione di avere sempre tutto in pugno. Può subire gol, può rischiare di subirne un altro, può dare l'idea di traballare un pochino ma non si ha mai la percezione che possa crollare, disintegrarsi e frantumarsi come abbiamo visto fare decine di volte solo negli ultimi 10 anni. Arriveranno certamente test più probanti, momenti più delicati ma intanto è giusto gustarsi questa sensazione, come un bicchiere di vecchio rosso ben strutturato, avvolgente, morbido, che ti cattura il palato e ti conquista.