Primi giorni di scuola, tra speranze e certezze

10.07.2018 19:45 di Alessandro Carducci Twitter:   articolo letto 23790 volte
Fonte: L'editoriale di Alessandro Carducci
Primi giorni di scuola, tra speranze e certezze

Il primo giorno di scuola è sempre portatore sano di speranze e buone intenzioni.

La certezza, invece, è rappresentata dai tanti volti nuovi con cui Di Francesco potrà lavorare fin da subito, al contrario dello scorso anno quando ebbe gran parte della rosa solo durante la tournée americana. Monchi ha fatto bene i compiti delle vacanze e ha fatto sbarcare parecchi giocatori a Trigoria. Giocatori di qualità, in attesa dei prossimi botti di mercato.

La Roma sta cercando un altro portiere e questo ha due significati: o la società sa per certo che Alisson andrà via o sa che potrebbe andare via e si sta cautelando selezionando il profilo giusto.

L'eventuale cessione del portiere verdeoro consentirebbe al club di fare una plusvalenza enorme (sì, sono discorsi odiosi ma sono le plusvalenze a mandare avanti tutte le società, nessuna esclusa) ma costringerebbe il ds spagnolo a pescare dal cilindro un altro portiere all'altezza.

Oltre a dare nuova linfa per un ulteriore colpo di mercato. I giocatori arrivati finora garantiscono tanta qualità ma si è perso un po' di dinamismo. Qualcun altro arriverà ma, soprattutto, qualcuno dovrà partire e poi potrà ripartire la giostra degli acquisti. Tanti si stanno chiedendo: come si può costruire qualcosa cambiando ogni anno mezza squadra? Vi risponde direttamente Monchi e i trofei vinti dal Siviglia sotto la sua gestione, cambiando tanto, comprando a poco e vendendo al giusto. Cambiando molto e vincendo moltissimo.