È una Roma da record a 360°: dai 10 risultati utili in Serie A di Mou, alla stagione record della femminile, fino all'eccellenza rappresentata dalle giovanili

08.04.2022 17:45 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Fonte: L'editoriale di Luca d'Alessandro
È una Roma da record a 360°: dai 10 risultati utili in Serie A di Mou, alla stagione record della femminile, fino all'eccellenza rappresentata dalle giovanili

Quando si parla di AS Roma lo si fa principalmente alla prima squadra maschile. Spesso si dimentica di come però il club non sia soltanto quello allenato dallo Special One. Certo, per appeal trai tifosi e per importanza a livello economico è normale che la squadra capitanata da Pellegrini faccia da catalizzatore. Questo è un momento storico particolare per i colori giallorossi. Un periodo di rinascita dopo il crollo avuto proprio appena aver intravisto le stelle con la semifinale di Champions. 

Con la vittoria contro la Sampdoria, grazie alla rete di Mkhitaryan, i giallorossi sono tornati, matematicamente parlando, in scia Champions. Ci sono sempre ben 5 punti di distacco dalla Juventus e il calendario della Roma, con la doppia trasferta Napoli-Inter, non è proprio dei migliori. Resta, senza dubbio, il percorso che è stato intrapreso dall'inizio dell'anno a oggi. Un percorso che ha portato al raggiungimento dei 10 risultati utili consecutivi in Serie A. Il traguardo ha dato ulteriore euforia ai tifosi (sempre presenti in questa stagione in cui si è potuto tornare allo stadio) che stanno facendo registare quasi il tutto eusaurito per le prossime gare. 

Come scritto sopra, la Roma non è soltanto la squadra maschile. Perché se, in Serie A, Mourinho e i suoi sono in serie positiva dallo scorso 16 gennaio, c'è chi sta realizzando la migliore stagione da quando è stato fondato il club. Le ragazze di mister Spugna (vincitrici della scorsa Coppa Italia), sono in serie positiva dallo scorso 10 ottobre. Da quel momento hanno inanellato ben 11 vittorie e 3 pareggi in Serie A e sono seconde a +5 dal Milan terzo, con appena 9 punti in palio da qui a fine campionato. Una posizione che permetterà loro di andarsi a giocare la prima Champions League della storia della Roma. In più, hanno un piede e mezzo per giocarsi nuovamente la finale di Coppa Italia, avendo superato l'Empoli, nella gara di andata in trasferta. Qui l'apporto del pubblico è più di nicchia, ma il Tre Fontane potrebbe e dovrebbe essere riempito visto che il pubblico di fede romanista non ne uscirebbe mai deluso. 

Ultimo ma non meno importante è il settore giovanile, da sempre fiore all'occhiello del club. Siamo ad aprile e i campionati vengono decisi ai playoff. L'obiettivo, come spesso è solito ricordare mister Alberto De Rossi, non è tanto vincere gli scudetti, ma portare più giocatori possibili in prima squadra. Un qualcosa che negli ultimi tempi alla Roma è riuscito, basti pensare gli exploit stagionali di Felix, Bove, Zalewski. È sempre bene, però, vedere come si comportano le squadre. Presto detto, anche qui il club giallorosso sta eccellendo: Primavera prima a +6 dal Cagliari e una semifinale di Coppa Italia da giocarsi con la Fiorentina. È prima anche l'U18 con ben 9 punti sulla SPAL (e una gara in meno), così come l'U17 che guida a +5 sulla Lazio il Girone C. Da menzionare anche le ragazze delle Primavera, prime nel loro girone, che vengono da 2 scudetti consecutivi. 

Una sorta di momento magico a 360° per un club, sportivamente capitanato dalla Roma di Mourinho, ma che ha un lavoro di eccellenza alle spalle. In attesa di poter raccogliere più trofei possibili a fine stagione.