Dopo Adriano e Simplicio si pensa ad Isla. La Roma e il suo mercato

31.05.2010 09:00 di Emanuele Melfi   vedi letture
Dopo Adriano e Simplicio si pensa ad Isla. La Roma e il suo mercato
Vocegiallorossa.it
© foto di Pietro Bertea

Il campionato è terminato da poco più di due settimane ma la Roma ha già messo la freccia nella corsa-mercato. Dopo l'acquisto di Adriano e Simplicio, entrambi ancora da ufficializzare, la società di Trigoria ha l'intenzione di acquisire a titolo definitivo Nicolas Burdisso. Con l'argentino confermato, arriverebbe anche il fratello Guillermo, centrale del Rosario. Negli ultimi giorni, però, l'agente del difensore sta mettendo pressione a Pradè mostrando un certo "fastidio" nell'aspettare le mosse della società di Trigoria. I giallorossi stanno sondando il terreno anche per Stefano Sorrentino, portiere del Chievo; da considerare anche i rientri di Rosi e Curci dal Siena ma, salvo ripensamenti dell'ultim'ora, i due giovani romani dovrebbero essere "utilizzati" come pedine di scambio per eventuali trattative di mercato. Sempre in entrata, è arrivata qualche giorno fa la rivelazione di Sardo del Chievo: "Tante le squadre interessate a me tra cui i giallorossi" e la Roma, si sa, è alla ricerca di un esterno. In questo senso molto più complicata la situazione del cileno Isla: il giocatore vuole la Roma e non fa nulla per nasconderlo ma trattare con l'Udinese di Pozzo, non in buonissimi rapporti con Rosella Sensi, potrebbe complicare non poco l'arrivo dell'esterno bianconero.

Capitolo cessioni. Vocegiallorossa.it ha rivelato - proprio ieri - che l'agente di Julio Baptista, Alessandro Lucci, sarà a Genova domani per ascoltare l'offerta di Preziosi. La Roma sarebbe disposta a cedere il calciatore ma solo a determinate condizioni; il Tottenham è sempre sulle tracce verdeoro e la prossima settimana è prevista una "visita" di Lucci a Londra; non è da escludere, però, che ci siano altre squadre della Premier League interessate alle prestazioni del giallorosso. Per quanto riguarda l'altro brasiliano sul piede di partenza, Doni, non ci sono novità: è ormai palese che l'avventura dell'ex Juventude qui nella Capitale sia terminata da tempo. Lui vuole giocare mentre la Roma vuole "liberarsene", dunque non dovrebbero esserci problemi nel trovare una soluzione che accontenterebbe entrambe le parti. "Stagionali" invece le chiacchiere attorno a Philippe Mexes: l'interesse dell'Arsenal riportato dai giornali, non è mai stato realmente vivo e importante. La Roma vorrebbe tenerlo, lui vorrebbe restare: un'eventuale cessione sarebbe dovuta solo all'esigenza estrema di far cassa per intavolare trattive importanti. In questi anni, tranne la scorsa sessione estiva di mercato, la società ha dimostrato che alcune cessioni non hanno intaccato la forza della rosa, anzi.

Discorso diverso per Rodrigo Taddei: l'esterno ha sempre dichiarato di amare Roma e la Roma e, nemmeno a dirlo, la società giallorossa rimane la prima scelta. Al brasiliano è stato offerto un contratto triennale mentre il giocatore vorrebbe quattro anni. L'ex laterale del Siena, non è un mistero, interessa alla nuova Juventus targata Delneri e se entro venerdì la situazione con la società giallorossa non si sarà sbloccata, Taddei potrebbe prendere in considerazione l'ipotesi di un divorzio.