Diamo i numeri - Roma-Milan: rossoneri con la porta inviolata fuori casa da 270 minuti, Gattuso bestia nera di Di Francesco

02.02.2019 08:30 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
Diamo i numeri - Roma-Milan: rossoneri con la porta inviolata fuori casa da 270 minuti, Gattuso bestia nera di Di Francesco
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Domenica alle 20:30 la Roma affronta il Milan in uno scontro diretto in chiave Champions League. Giallorossi e rossoneri sono infatti divisi da un solo punto in classifica: i padroni di casa ne hanno 34 e occupano il quinto posto, con 40 gol segnati (terzo attacco del campionato) e 29 subiti (decima difesa), gli ospiti 35, con 28 reti realizzate (decimo attacco) e 20 incassate (quarta difesa). La squadra di Gattuso non subisce gol in trasferta da 270 minuti, vale a dire le tre gare intere contro Bologna, Frosinone e Genoa: l’ultima rete incassata lontano da San Siro risale al 90’+4 di Lazio-Milan, dello scorso 25 novembre; la Roma non tiene invece la porta inviolata in casa dal match contro il Frosinone del 26 settembre (4-0), dopo il quale ha incassato 11 gol in 6 gare.

Sono 167 i precedenti complessivi tra le due squadre, con 44 successi giallorossi, 49 pareggi e 74 successi rossoneri; 83 gli incroci in casa dei capitolini, che hanno vinto 25 volte a fronte di 30 pareggi e 28 successi ospiti; due soli però negli ultimi 13 precedenti all’Olimpico, a fronte di 5 vittorie giallorosse e 6 pareggi.

Eusebio Di Francesco ha sfidato 12 volte il Milan da allenatore in Serie A, ottenendo 5 vittorie e 7 sconfitte, la prima di queste il 23 ottobre 2011, quando sedeva sulla panchina del Lecce e all’intervallo era avanti per 3-0; due i precedenti contro Gennaro Gattuso, sempre vincente contro il tecnico giallorosso e contro la Roma (0-2 all’Olimpico nella scorsa stagione, 2-1 a San Siro nella gara di andata).

È Edin Džeko il capocannoniere della sfida con tre gol, seguito da Stephan El Shaarawy, Franck Kessié e Patrick Cutrone a 2. Un gol per Federico Fazio, Bryan Cristante, Daniele De Rossi, Alessandro Florenzi, Javier Pastore e Lorenzo Pellegrini da una parte, Krzystof Piatek, Davide Calabria, Mattia Caldara, Cristian Zapata e Andrea Bertolacci dall’altra.