Udinese-Roma 0-4 - Da Zero a Dieci - Una transizione sinfonica, le vittorie in inferiorità numerica e la prima fuori di Zaniolo e Kluivert

31.10.2019 22:45 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Udinese-Roma 0-4 - Da Zero a Dieci - Una transizione sinfonica, le vittorie in inferiorità numerica e la prima fuori di Zaniolo e Kluivert

0 - Torna il clean sheet in campionato dopo il gol incassato da Theo Hernandez domenica scorsa: uno zero molto più dolce di quello di Sampdoria-Roma.

1 - Primo gol in trasferta con la maglia della Roma per Nicolò Zaniolo, che continua sulla strada giusta, e Justin Kluivert, ciliegina sulla torta di una transizione offensiva da stropicciarsi gli occhi. 

2 - Dopo Bologna, la Roma vince ancora in inferiorità numerica: unica squadra in campionato a ottenere due successi con l’uomo in meno.

3 - Quella di Fazio è la terza espulsione stagionale, dopo quelle di Mancini a Bologna e Kluivert a Genova: i dubbi sulle prime due passano in secondo piano se si pensa a come è arrivata quella inflitta all’argentino.

4 - Quattro gol per il quarto posto, da difendere sabato nella difficilissima partita contro il Napoli. La prima occasione vera per fare il salto di qualità.

5 - Ricordate gli schiaffi a mano aperta, con le cinque dita distese, che si davano i giocatori della Roma del primo Spalletti? Sembrano mancare soltanto quelli.

6 - Sono bastati 6 tiri in porta per produrre 4 gol: se possibile, il carattere si vede anche in queste cose qui.

7 - È ancora lunga la lista degli indisponibili per Paulo Fonseca: fuori Ünder, dentro Jesus, per un totale di 7 assenti per problemi fisici alla Dacia Arena.

8 - Il gol dello 0-3 di Justin Kluivert è una sinfonia della transizione offensiva: otto tocchi, dal primo di Mancini alla ricezione di Pastore, per ribaltare l’azione e condurla fino al capolinea. Spettacolo puro unito a efficacia pura.

9 - Con estrema tranquillità e leggerezza, Chris Smalling piazza nove spazzate, come a dire che dalle sue parti non si passa. Già che c’era, dopo aver mancato il bersaglio di testa in varie occasioni, l’inglese, di piede, timbra anche il cartellino per la prima volta in maglia giallorossa.

10 - Dieci dribbling completati per la Roma: è stata una di quelle serate in cui riusciva proprio tutto.