Roma-Young Boys 3-1 - Da Zero a Dieci - Wonderkid Calafiori, Mayoral come Dzeko e la giallo-Roja

04.12.2020 20:20 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
Roma-Young Boys 3-1 - Da Zero a Dieci - Wonderkid Calafiori, Mayoral come Dzeko e la giallo-Roja
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

0 - La partita di giovedì prossimo contro il CSKA Sofia non avrà nessun significato per la Roma: significa aver fatto bene i compiti nelle precedenti cinque.

1 - Il primo gol di Riccardo Calafiori con la Roma è un autentico gioiello, sfiorato nella sua prima presenza a Torino e messo a segno nella sua prima all’Olimpico. A Football Manager è un wonderkid, chissà che non sia uno di quei casi in cui il videogioco anticipa la realtà.

2 - L’elenco di marcatori contro la Roma in queste cinque gare di Europa League è composto da un solo nome, quello di Jean-Pierre Nsame. Andata e ritorno in gol per il francese, capace di sfruttare quello che praticamente era l’unico mismatch in favore dello Young Boys, vale a dire il duello in velocità con Cristante.

3 - Terzo gol in Europa League per un Borja Mayoral autore di un ottimo primo tempo anche senza considerare il tap-in sul tiro di Pedro. Coinvolto nella manovra e autore più di una giocata interessante, lo spagnolo è un calciatore molto diverso rispetto a quello della gara di andata.

4 - Stesso numero di gol stagionali per Borja Mayoral ed Edin Džeko, uno il negativo dell’altro: tre in Europa e uno in Serie A per lo spagnolo, tre in campionato e uno in coppa per il bosniaco.

5 - Una Roma mai così giallo-Roja: Pau Lopez, Villar, Perez, Pedro e Mayoral portano a 5 il numero dei calciatori spagnoli scesi in campo dal primo minuto.

6 - Diciannove tiri e tre gol, la media fa uno ogni oltre sei: la finalizzazione non è stata la cosa migliore della partita contro lo Young Boys. 

7 - Inizia bene un dicembre da 7 partite, al termine delle quali si avrà un’idea più chiara degli obiettivi a cui la Roma potrà ambire.

8 - Otto lanci lunghi, di cui cinque completati, per Cristante, non perfettamente a suo agio nel ruolo di centrale come ha lasciato intendere anche in conferenza stampa. Da lì però avere un piede più educato di quello di un normale difensore può fare la differenza. 

9 - Džeko torna a segno: un gol non determinante per la competizione, molto utile per ripartire “ufficialmente” dopo lo stop forzato per il covid-19.

10 - Tra dieci giorni il sorteggio dei sedicesimi: in Europa League l’urna ha un importante peso specifico, la speranza è che sia clemente.