Roma-Torino 3-1 - Da Zero a Dieci - Due episodi chiarissimi, il treno no-stop e il nuovo, piccolo, obiettivo

18.12.2020 22:30 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
Roma-Torino 3-1 - Da Zero a Dieci - Due episodi chiarissimi, il treno no-stop e il nuovo, piccolo, obiettivo
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

0 - Nessuna discussione è ammessa sull’espulsione di Singo e sul calcio di rigore fischiato per fallo di Bremer su Džeko. Due episodi chiarissimi e, per una volta in questo campionato, valutati in maniera corretta.

1 - Davvero un peccato il gol del solito Belotti, che fa tornare alla casella 1 Pau Lopez nel suo percorso di ricostruzione mentale e costringe la Roma a 20 minuti extra di lavoro, non certo preventivabili sul 3-0 in undici contro dieci.

2 - Veretout fa gol a gruppi di due: doppietta con la Juventus, reti consecutive contro con Benevento e Milan e con Bologna e Torino. Sarebbe bello, per la Roma,  modificare questo ritmo con un gol domenica a Bergamo.

3 - Tre expected goals esatti creati e tre reti realizzate: per la Roma non è scontato concretizzare tutto ciò che crea e stavolta è successo.

4 - Gonzalo Villar ha subìto quattro falli: è il giocatore che più ha ricevuto scorrettezze in questa partita. Crescita.

5 - Due gol e tre assist per Lorenzo Pellegrini, che arriva al quinto gol in cui ha partecipato in questo campionato. Il secondo centro consecutivo e come è arrivato sono, finalmente, roba da trequartista, ruolo in cui bisogna saper anche calciare in porta con efficacia.

6 - Sei punti presi dopo il doppio stop contro Napoli e Sassuolo, altri sei in palio da qui a fine anno solare: un piccolo obiettivo che, se centrato, significherebbe salto di qualità.

7 - Il treno continua a viaggiare senza effettuare fermate: arriva a 7 gol in campionato Henrikh Mkhitaryan, che sblocca il match con un tiro decisamente non banale.

8 - Andrea Belotti, come spesso accade, è stato l’ultimo a mollare nel Torino. Il Gallo ha provato la conclusione 8 volte, riuscendo ad andare a segno, però, solamente nel finale col pasticcio tra Pau Lopez e Ibanez.

9 - Vedere la maglia numero 9 nel finale avrebbe fatto comodo a diversi giocatori della Roma, ma la combo risultato+minuti risparmiati a Džeko dà ragione a Fonseca nella scelta di sostituirlo.

10 - Decima partita utile in campionato: sette vittorie e tre pareggi che costruiscono la buona classifica che Paulo Fonseca può vantare.