Ultimi giorni per le comproprietà, ecco quelle della Roma

17.06.2012 18:05 di Gabriele Chiocchio   vedi letture
Ultimi giorni per le comproprietà, ecco quelle della Roma
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Entro le 19:00 di venerdì 22 giugno le società dovranno risolvere gli accordi di compartecipazione di calciatori, che tutti conosciamo come comproprietà. Le possibili soluzioni sono tre: rinnovo dell'accordo per un altro anno, risoluzione della comproprietà tramite l'acquisto dell'intero cartellino di una delle due società o andare alle buste. La Roma ha in comproprietà giocatori importanti, con i quali potrà monetizzare o sui quali puntare per il futuro.

FABIO BORINI - La questione più importante riguarda sicuramente l'attaccante di Bentivoglio. Dopo averlo inizialmente preso in prestito dal Parma, a gennaio la Roma ha acquistato la metà del calciatore per 2,3 milioni di euro, ed ora si trova a dover raggiungere un accordo con Leonardi e Ghirardi, che potrebbe includere anche la metà di Stefano Okaka, mandato in prestito ai gialloblù che vantano un diritto di riscatto sulla sua metà. Il valore del calciatore è praticamente raddoppiato rispetto ad un anno fa, e bisognerà dunque scegliere se monetizzare sulla metà in possesso o compiere un investimento per acquisire il calciatore a titolo definitivo. Da evitare le buste: visto l'interesse di squadre come Inter e Paris Saint-Germain, non è escluso che queste società possano agire "alle spalle" del Parma, permettendo a Ghirardi di offrire una cifra più consistente.

ALESSANDRO FLORENZI - Un'altra situazione spinosa è quella del centrocampista Campione d'Italia Primavera un anno fa, ceduto in prestito con diritto di riscatto della metà al Crotone, che ha già esercitato tale opzione e che è dunque ora comproprietario del suo cartellino. Sabatini e Ursini si vedranno nei prossimi giorni per provare a definire un accordo che riporti il giovane a Trigoria; accordo che, come anticipato da Vocegiallorossa.it (QUI la notizia) e contrariamente a quanto ventilato nelle ultime ore, non riguarderà Giammario Piscitella, accostato ai calabresi come possibile contropartita tecnica. 

GIANLUCA CAPRARI - Anche in questo caso, un prestito voluto per far crescere il giovane si è trasformato in un difficile affare, giacché il Pescara ha riscattato la metà del cartellino per 1,2 milioni di euro. L'arrivo di Zeman alla Roma potrebbe riavvicinare l'esterno alla sua casa madre, ma è probabile che venga rinnovata la comproprietà e che il Pescara possa avvalersi delle sue prestazioni ancora per un'altra stagione.

GLI ALTRI - Per Adrian Stoian, in prestito a Bari nell'ultima stagione si attende di capire se i pugliesi riscatteranno la metà, cosa che molto probabilmente avverrà. Da definire anche situazioni minori come quelle di Citro e Massimo (in comproprietà con l'Avellino), Frasca (a metà con la Pro Patria) e Malomo (la cui metà del cartellino appartiene all'Albinoleffe). Sarà invece la Roma a decidere per quanto riguarda Antei (a Grosseto nell'ultima stagione), Frascatore (Benevento), Pettinari (a Crotone) e Sini (Livorno), tutti prestito con diritto di riscatto sulla comproprietà e controriscatto per la Roma.