Si ricomincia dalla strana Coppa Italia

07.01.2019 23:00 di Gabriele Chiocchio Twitter:   articolo letto 25253 volte
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
© foto di Pietro Mazzara
Si ricomincia dalla strana Coppa Italia

Dopo la sosta per le festività, la Roma esordisce nel 2019 calcistico in Coppa Italia, sfidando la Virtus Entella, in un turno del trofeo nazionale decisamente sui generis proprio perché apre l’anno solare di diverse squadre di Serie A. Ai giallorossi era successo di iniziare l’anno in Coppa solo altre tre volte: il 3 gennaio 1990 quando batterono l’Ascoli per 3-0 (reti di Di Mauro, Desideri e Giannini, prima gara di un girone a tre squadre che dava l’accesso alle semifinali), il 12 gennaio 2000 quando il Cagliari espugnò l’Olimpico con una rete di Oliveira nell’andata dei quarti di finale, e il 10 gennaio 2007, quando la squadra di Spalletti si impose sul Parma per 2-1 nell’andata dei quarti di finale (reti di Mancini, Totti e Dedic).

Ma non solo: per incentivare le presenze allo stadio, la Lega Serie A ha fissato questi ottavi di finale nel week-end. Negli anni ‘40, ‘50 e ‘60 era consuetudine giocare la Coppa Italia nel fine settimana: delle prime 24 partite disputate dalla Roma in questa competizione tra 1941 e il 1960, solo tre si sono disputate in infrasettimanale. Poi, tolte le fasi iniziali estive (che ancora oggi si giocano il sabato e la domenica, ma che non coinvolgono più la Roma come invece accadeva in passato) la coppa è stata spostata, appunto, in mezzo alla settimana e giocare tra il venerdì e il lunedì è diventato l’eccezione, escludendo ovviamente le finali, spesso programmate alla fine della stagione e quindi giocate il sabato o la domenica. La Roma ha giocato di lunedì in Coppa Italia solo altre tre volte: quarti di finale contro il Napoli nella stagione 1961-1962 (0-1 all’Olimpico con rete di Corelli il 30 aprile 1962), primo turno della stagione 1963-1964 (0-2 a Potenza con doppietta di Manfredini il 9 settembre 1963) e un ritorno dei quarti di finale nella stagione 1985-1986 (sconfitta per 2-1 sul campo dell’Inter con i gol di Brady, Giannini e Mandelli il 19 maggio 1986, con la semifinale comunque raggiunta grazie al 2-0 ottenuto all’andata all’Olimpico). Due volte, invece, è andata in scena di venerdì: il 22 settembre 2000, quando i giallorossi furono sconfitti dall’Atalanta per 4-2 (doppietta di Ganz, reti di Montella, Bellini, Totti e Pinardi) uscendo dal torneo ai quarti di finale e il 19 novembre 2004, quando il Siena espugnò l’Olimpico nell’andata degli ottavi (doppietta di Flo, rete di Totti) per poi essere eliminato nel ritorno giocato a gennaio 2005. Per trovare delle gare a eliminazione diretta di Coppa Italia (diverse dalla finale) giocate dalla Roma nel week-end in epoca più recente bisogna tornare agli anni ‘80: sabato 6 giugno 1981 la Roma impattò 1-1 al Comunale di Torino contro la Juventus (gol di Cabrini e rigore realizzato da Di Bartolomei) per accedere alla finale del torneo; stesso avversario sabato 4 giugno 1983, nel ritorno di un quarto di finale dopo l’andata perda per 3-0, sconfitta bissata all’Olimpico con le reti di Tardelli e Boniek. Nella stagione 1983-1984 la fase finale della Coppa Italia si giocò tutta nel mese di giugno (tra l’altro, dopo la finale di Coppa del Campioni persa contro il Liverpool): domenica 10 giugno 1984 la Roma superò il Milan a San Siro nei tempi supplementari nel ritorno dei quarti di finale (doppietta di Cerezo intervallata da un gol di Carotti) per arrivare a sfidare il Torino nelle semifinali, con il ritorno fissato sabato 16 giugno deciso da Bruno Conti dopo la vittoria esterna per 3-1 dell’andata. Poi, altri due precedenti di domenica negli anni 2000: l’andata del già citato ottavo di finale della stagione 2000-2001 contro l’Atalanta (1-1 e reti di Montella nel match dell’Olimpico di domenica 17 settembre 2000) e l’andata degli ottavi di finale della stagione successiva, persi per 2-1 sul campo del Piacenza domenica 11 novembre 2001 (reti di Caccia, Di Francesco - da ex - e Panucci).