La settimana dell'avversario - Palermo

21.02.2016 13:39 di Alfonso Cerani Twitter:    vedi letture
La settimana dell'avversario - Palermo
Vocegiallorossa.it
© foto di Andrea Ninni/Image Sport

Per descrivere la settimana del Palermo, avversario della Roma questa sera all'Olimpico, basterebbe una sola parola: terremoto. Chi sceglie di tifare rosanero infatti, deve mettere in conto che il suo presidente si chiama Maurizio Zamparini, un uomo i cui colpi di scena sono degni di un kolossal hollywoodiano. Il racconto inizia quando Guillermo Barros Schelotto, allenatore designato dal patron come successore di Ballardini, viene trovato privo di licenza per allenare in Europa. La squadra è dunque affidata momentaneamente al tecnico della Primavera Bosi, sesto allenatore della stagione. Quindi, in seguito al KO interno contro il Torino, la decisione di dare il benservito a lui e a Giovanni Tedesco, portaborse anche di Schelotto. Ma il vero colpo da maestro Zamparini lo mette a segno facendo un clamoroso dietrofront e lasciando tutti a bocca aperta: "Chiedo perdono per questo mese di caos. Si ricompone il matrimonio con Beppe, che spero ci riporti ai successi che Palermo merita”. Il Beppe in questione è ovviamente Iachini, mister da cui tutto era iniziato. "Voglio ringraziare il presidente Zamparini per le belle parole che ha speso nei miei confronti e di quelli del mio staff", con queste parole Iachini si è ripreso ciò che era suo e che, per incomprensioni e scarsi risultati, aveva messo a repentaglio.

Valzer di panchine a parte, degno di un intero campionato che non di una singola squadra, il Palermo si è rimesso a lavoro leccandosi le ferite del post-Toro. Sorrentino e Goldaniga dovranno stare fermi entrambi un mese circa: due defezioni che possono pesare oltremodo nella stagione rosanero. Per il giovane difensore inoltre, ci si è messo anche il lutto familiare a scombussolargli la settimana. Il padre Andrea infatti, è deceduto a causa di un tragico incidente stradale e tutto il Palermo si è stretto attorno a Edoardo, tanto che stasera scenderà in campo col lutto al braccio. Al posto del capitano invece giocherà Alastra, 18enne fresco di esordio in Serie A. Ma l'infortunato dell'ultimo momento si chiama Lazaar, terzino sinistro che in passato piaceva anche alla Roma e che ha riportato un trauma contusivo alla gamba. Allarme rientrato infine per Quaison e Vazquez, i quali nella giornata di mercoledì avevano svolto un lavoro differenziato, salvo poi essere reintegrati in gruppo. Impossibile comunque non concludere il resoconto settimanale del Palermo con le ennesime dichiarazioni al veleno di Zamparini, che fa notizia non solo quando esonera gli allenatori, ma ogni qual volta apra bocca. In un comunicato sul sito ufficiale ha voluto porre l'accento sulle numerose simulazioni da parte degli avversari, bacchettando la stampa locale di scarsa attenzione al riguardo: "Simulare è un vizio tipico del nostro calcio e di certi giocatori, privi dei veri valori sportivi poiché nessuno li ha loro insegnati". Da che pulpito viene la predica, verrebbe da commentare!