La Roma in prestito - Borriello fa due gol e regala la vittoria al Genoa. Dieci minuti e ammonizione per José Angel

09.01.2013 06:00 di Adriano Mazzone   vedi letture
La Roma in prestito - Borriello fa due gol e regala la vittoria al Genoa. Dieci minuti e ammonizione per José Angel
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Con il nuovo anno ed il ritorno del campionato di Serie A, torna anche la rubrica di Vocegiallorossa.it che analizza le prestazioni dei giocatori giallorossi in prestito ad altre società.

BORRIELLO – Nuovo anno iniziato alla grande per l'attaccante del Genoa che porta i rossoblù alla vittoria per 2-0 contro il Bologna, superando di slancio sia Palermo che Cagliari in classifica, e portandosi a quota 17 punti, in quartultima posizione. Senza dubbio il migliore in campo, Borriello ha realizzato due reti di pregevole fattura, entrambe nella ripresa. Il primo grazie all'ottimo supporto di Immobile che lo segue bene nella triangolazione e lo mette da solo davanti ad Agliardi, il secondo con una bella azione personale al limite dell'area bolognese, prima di far partire il sinistro che trafigge il portiere avversario. Un ottimo inizio di 2013 per un giocatore che è ancora in lizza per cambiare maglia entro la fine di gennaio.

JOSE' ANGEL – Appena dieci minuti di gioco per il terzino sinistro della Real Sociedad per dimostrare che il minutaggio concessogli fino a questo punto della stagione dal tecnico Montainer non è casuale. È vero che la partita non era delle più semplici, contro il Real Madrid al Bernabeu, però il risultato di 4-3 finale in favore delle Merengues dimostra che la squadra basca in campo c'era eccome. Il problema di José Angel è che quando è sul terreno di gioco la sua presenza si sente appena, e a volte risulta anche dannosa. Subentrato a De La Bella al minuto 83', ha sbagliato diversi appoggi e posizionamento sul campo, riuscendo anche a rimediare un cartellino giallo per un'entrata scomposta su Carvalho, nettamente in ritardo. Se il buongiorno si vede dal mattino, si preannuncia un'altra annata difficile per l'esterno di proprietà della Roma.

BRIGHI – Anno nuovo, vita vecchia per Matteo Brighi. Anche nell'ultima giornata del girone di andata, il mediano in forza al Torino è rimasto per 90 minuti in panchina contro il Catania. In una partita a tratti soporifera, il Torino è stato per 80 minuti in superiorità numerica dopo l'espulsione di Lodi per un fallo di reazione su Meggiorini al tredicesimo minuto, ma non è comunque riuscito a portare a casa la vittoria. Al contrario il Catania è stato decisamente più spregiudicato ed è andato più volte alla conclusione, sbagliando anche un rigore nella ripresa con Barrientos. Finale un po' nervoso con Maran e Pulvirenti che si fanno cacciare dall'arbitro, ma con un punto in più in classifica che dopo il primo quarto d'ora sarebbe stato difficile aspettarsi, e che alla fine del match resta anche stretto agli etnei.

CURCI – Al ritorno dalle vacanze natalizie, il portiere del Bologna si è finalmente ristabilito pienamente dall'infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per oltre un mese, ma Pioli ha comunque preferito schierare ancora una volta Agliardi. Nella sconfitta di Marassi contro il Genoa, il Bologna ha giocato una partita decisamente incolore, rimanendo alla fine anche in dieci per l'espulsione per proteste di Tiberio Guarente. Così com'era finito il 2012 è iniziato il nuovo anno, con una sconfitta per i bolognesi che restano quindi sempre invischiati nelle zone pericolose della classifica, a soli due punti dal terzultimo posto, occupato dal Cagliari fermo a 16.