De Rossi ritrova il Feyenoord: ecco com’era la prima Roma vincente a Rotterdam

13.02.2024 22:50 di Marco Campanella Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Campanella
De Rossi ritrova il Feyenoord: ecco com’era la prima Roma vincente a Rotterdam
© foto di Vocegiallorossa.it

La gara tra la Roma e il Feyenoord sta diventando un vero e proprio classico del calcio europeo, con le rispettive tifoserie che scaldano questo appuntamento mosse da una rivalità nata in questi anni e accresciuta di volta in volta. Abbiamo tutti negli occhi ancora la vittoria della Conference League dei giallorossi ai danni dei biancorossi di Rotterdam, nella finale di Tirana del 25 maggio 2022; o ancora - ben più recente - la rimonta al cardiopalma nella scorsa Europa League della Roma guidata da José Mourinho per 4-1, dopo l'1-0 in terra olandese. 

La rivalità tra le due squadre, però, ha origine qualche anno più indietro: il primo incontro tra Roma e Feyenoord, infatti, risale ai sedicesimi di finale dell'Europa League 2014/2015. Dopo l'1-1 nella sfida d'andata allo Stadio Olimpico in cui - con l'occasione - i tifosi olandesi vandalizzarono la Barcaccia, la Roma riuscì a passare il turno vincendo sull’ostico campo del de Kuip per 1-2, grazie alle reti di Adem Ljajic e Gervinho. Le chiavi del centrocampo giallorosso erano chiaramente nelle mani di Daniele De Rossi, che oggi è occupa il posto che allora era di Rudi Garcia e proprio contro il Feyenoord inizierà la propria carriera europea da allenatore. Vediamo, nel dettaglio, che fine hanno fatto i calciatori che hanno aperto il conto delle sfide con la squadra di Rotterdam

LUKASZ SKORUPSKI - Alla fine della stagione 2014-2025 va in prestito all'Empoli, per poi tornare alla Roma l'annata seguente. Saluta definitivamente la Capitale nel 2018 per difendere i pali del Bologna, con il quale sta tutt'ora stupendo tutti sotto la guida di Thiago Motta, sognando l'Europa.  

VASILIS TOROSIDIS - Il terzino greco dice addio al calcio nel 2020, chiudendo la propria carriera all'Olympiacos. 

KOSTAS MANOLAS - È di qualche giorno fa la notizia del suo approdo alla Salernitana.

MAPOU YANGA-MBIWA - Dopo un periodo di inattività, il difensore che condannò la Lazio alla sconfitta nel Derby di ritorno di quella stagione ha appena firmato con l'Istres, club di quinta serie francese.  

JOSE CHOLEVAS - Alla fine della stagione in considerazione, il terzino greco va al Watford per poi ritirarsi nel 2022 con la maglia dei tedeschi Bayern Alzenau. 

SEYDOU KEITA - Il primatista di presenze e di reti della Nazionale maliana si ritira a fine della stagione 2016-2017, dopo un'annata con i qatarioti dell'Al-Jaish. 

DANIELE DE ROSSI - Se dovesse servire ripeterlo, DDR è l'allenatore della sua Roma. 

MIRALEM PJANIC - Dopo quella giallorossa, veste la maglia di Juventus, Barcellona e Besiktas. Attualmente è in forza agli emiratini dello Sharjah. 

RADJA NAINGGOLAN - I tifosi della Roma sognano tutt'ora un suo ritorno all'ombra del Colosseo, dopo l'addio forzato nel 2018. Il Ninja ha da poco firmato un contratto con gli indonesiani del Bhayangkara.  

GERVINHO - La Freccia Nera è ancora un calciatore, ma è alla ricerca di una squadra dopo le avventure post Roma con Hebei, Parma, Trabzonspor e Aris Salonicco.

FRANCESCO TOTTI - Dopo l'emozionante ritiro dal calcio di quel 28 maggio 2017, lo storico Capitano ancora non ha preso una vera e propria strada per il futuro lontano dai campi. Il sogno (condiviso unanime con i tifosi) è il ritorno nella società giallorossa, dopo l'addio avvenuto nel 2019. 

LEANDRO PAREDES - L'argentino è l'unico calciatore ancora in attività che ritroverà il Feyenoord dopo averlo eliminato nel 2015 (tolti mister De Rossi e Rick Karsdorp, oggi alla Roma, ma all'epoca tesserato del club di Rotterdam).  

ADEM LJAJIC - Il talento mai esploso di Adem Ljajic oggi serve il Novi Pazar (Superliga serba). 

JUAN MANUEL ITURBE - A proposito di promesse non mantenute, attualmente l'argentino naturalizzato paraguaiano indossa la maglia del Cerro Porteno, nella massima serie del Paraguai. 

RUDI GARCIA - Il mister delle 10 vittorie nelle prime 10 giornate con la Roma, qualche mese fa, si è fatto cacciare dal Napoli campione d'Italia. 

FEYENOORD (4-3-3): Vermeer; Boulahrouz (56' Manu), Kongolo, Van Beek, Nelom; El Ahmadi, Toornstra, Clasie; Karsdorp, Kazim-Richards (28' Te Vrede), Vilhena (85' Achahbar).
A disp.: Mulder, Mathijsen, Woudenberg, Boetius.
All. Fred Rutten

ROMA (4-3-3): Skorupski; Torosidis, Manolas, Yanga-Mbiwa, Cholevas; Keita, De Rossi, Pjanic (73' Nainggolan); Gervinho, Totti (82' Paredes), Ljajic (73' Iturbe).
A disp.: De Sanctis, Cole, Astori, Verde.
All. Rudi Garcia.

La probabile formazione di Feyenoord-Roma, giovedì 15 febbraio ore 18:45

ROMA (4-3-2-1): Rui Patricio; Karsdorp, Mancini, Llorente, Spinazzola; Cristante, Paredes, Pellegrini; Dybala, El Shaarawy; Lukaku.
A disp.: Svilar, Boer, Celik, Ndicka, Smalling, Angelino, Bove, Renato Sanches, Pisilli, Aouar, Zalewski, Azmoun, Joao Costa.
All. Daniele De Rossi
Ballottaggi: Spinazzola/Angelino, Cristante/Bove, Paredes/Bove.
In dubbio: Cristante (problema alla schiena).
Diffidati: Cristante, Bove.
Squalificati: -
Infortunati: Abraham (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro), Kristensen (non inserito in Lista UEFA), Huijsen (non inserito in Lista UEFA).