Buono l'esordio di José Angel, delude Rosi

24.07.2011 19:40 di Eleonora Ciampichetti   vedi letture
Alessandro Carducci
Alessandro Carducci
© foto di Voce giallorossa

Blocco difensivo inedito quello schierato da Luis Enrique nel primo tempo dell'amichevole contro il Sudtirol. La seconda da quando la Roma si trova a Riscone di Brunico per il riitiro pre-campionato.
Il tecnico spagnolo inventa la coppia centrale Brighi-Cassetti; il centrocampista di Rimini fa del suo meglio, pur essendo innegabilmente adattato a difensore.
Insolito anche l'utilizzo di Taddei come terzino sinistro; un'alternativa comunque già provata con discreti risultati in questa prima settimana di allenamenti in Alto Adige. Il brasiliano, malgrado alcune lacune che consentono agli avversari di innescare la manovra offensiva sulla fascia, si dimostra attento al nuovo gioco della Roma, creando anche alcuni spunti in attacco. 
Poco convincente invece la prestazione di Aleandro Rosi; l'unico oggi a ricoprire il suo ruolo "naturale", il terzino sembra non essere ancora entrato nelle dinamiche tattiche del 4-3-3 voluto da Luis Enrique. 
Nella seconda frazione di gioco Cicinho e José Angel Valdés prendono il posto di Taddei e Rosi. Il neo acquisto giallorosso, giunto a Brunico solo pochi giorni fa, disputa una buona gara; positive dunque le indicazioni sul terzino spagnolo, che ha mostrato di saper trattare la palla. Dinamico e in grado di proporsi in fase offensiva con i suoi cross, Valdés ha saputo districarsi bene anche in fase di copertura.
Sufficiente anche la prestazione di Cicinho, uomo su cui Luis Enrique sembra stia puntando; interessante, in una delle azioni di attacco dei giallorossi, il "dialogo" tra De Rossi e lo stesso Cicinho che lancia poi il contropiede di Verre.