Aggiustare la mira sotto porta per provare a raggiungere l'obiettivo Champions

15.01.2022 18:30 di Emiliano Tomasini Twitter:    vedi letture
Aggiustare la mira sotto porta per provare a raggiungere l'obiettivo Champions
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dopo le prime due giornate del girone di ritorno e l'intero girone d'andata, la posizione in classifica della Roma non è certo quella desiderata dal club e dai tifosi. La squadra di Mourinho, attualmente, è infatti settima e a -9 dal'obiettivo quarto posto, al momento occupato dall'Atalanta. Tra infortuni, rosa corta e qualche torto arbitrale, l'attuale deludente posizione in classifica dei giallorossi si spiega anche con i pochi gol segnati fin qui dagli uomini di Mou.

L'attacco giallorosso, infatti, è solamente l'ottavo del campionato, con 35 gol segnati in 21 partite. Fino a questo momento, hanno fatto meglio della Roma anche Hellas Verona e Sassuolo, rispettivamente con 37 e 36 gol. Poco sotto i giallorossi, c'è l'Empoli di Andreazzoli: un solo gol in meno segnato rispetto alla squadra allenata da José Mourinho. In questa speciale classifica, al primo posto c'è l'Inter (51 gol) e al secondo il Milan (46 gol), che non a caso occupano anche la prima e la seconda posizione in campionato.

Il dato dei pochi gol segnati è ancor più preoccupante se confrontato con un'altra statistica: il numero di tiri tentati. Infatti, per numero di tiri totali la Roma è al terzo posto in Serie A, con 338 tiri tentati nelle 21 partite giocate. Il problema del gol, dunque, non è dovuto ad una mancanza di occasioni, ma ad una scarsa efficacia sotto porta. Aggiustare la mira diventa quindi fondamentale per provare a migliorare la posizione in classifica e giocarsi un posto in Champions League. 

LE CONCORRENTI PER IL QUARTO POSTO - Guardando alle dirette concorrenti della Roma per il quarto posto, chi ha segnato di più è l'Atalanta. La Dea ha segnato 44 gol su 320 tentativi totali. La Lazio di Sarri è il quarto miglior attacco del campionato (43 reti), un ottimo dato, soprattutto se confrontato con i tiri totali: solamente 228. La Juventus ha segnato meno della Roma (32 gol), ma anche effettuato mento tiri: 314. Il Napoli ha segnato 37 gol e provato 344 conclusioni, numeri di poco migliori di quelli dei giallorossi. Ancora una volta, numeri alla mano, sembra chiaro che, per riuscire ad arrivare all'agognato quarto posto, gli uomini di Mourinho devono essere precisi nelle conclusioni.

ABRAHAM CI PROVA PIÙ DI TUTTI - Come è lecito aspettarsi, il giallorosso che ha tirato di più in Serie A è Tammy Abraham. L'inglese è il bomber della squadra ed è normale e giusto che sia lui il giocatore con più tiri e tentati. Fin qui, ha cercato la porta avversaria per 54 volte, di cui: 23 sono andati nello specchio, 8 si sono trasformati in gol e ben 5 si sono stampati sul legno della porta avversaria. Sui suoi numeri ha sicuramente influenzato un inizio non brillante. Nelle ultime uscite Abraham sta trovando il gol con miglior continuità e, al momento, è il miglior attaccante inglese per numero di gol segnati in stagione. La speranza di Mourinho e della Roma è che possa esserlo anche a fine stagione.

MANCANO I GOL DEI TREQUARTISTI - Il secondo giallorosso per tiri provati è capitan Pellegrini, con 53 tiri totali e 15 tiri in porta. Al momento, in campionato ha segnato 6 gol, un ottimo bottino per un centrocampista, ma non c'è dubbio che in proporzione ai tiri tentati potrebbe segnare molto di più. Al terzo posto troviamo Nicolò Zaniolo: il numero 22 ha cercato la porta avversaria 42 volte. Di questi, 10 sono arrivati in porta e solamente 1 ha trovato la rete avversaria. Mkhitaryan ha invece tentato 36 tiri, di cui: 10 in porta e 3 hanno bucato il portiere avversario. Tanto Zaniolo, quanto Mkhitaryan, devono quindi migliorare sotto porta e cercare di essere più efficaci in zona gol. In generale, tutti i centrocampisti offensivi a disposizione di Mou devono riuscire a trovare il gol con maggior continuità, per provare a tornare nell'Europa che conta.

LA VARIABILE OLIVEIRA - Per provare a risolvere il problema del gol, Mourinho ha una nuova arma a disposizione. Il neo acquisto giallorosso Sérgio Oliveira, infatti, l'anno scorso è andato in rete 13 volte in stagione. Potrebbe dare un grande contributo con il tiro da fuori ed è anche un ottimo battitore di punizioni e di rigori. Nelle prossime giornate vedremo se sarà lui a calciarli, ma certamente è un'importante opzione in più per il prosieguo del campionato. Il centrocampista portoghese è stato acquistato per la sua esperienza e la sua abilità nel palleggio, ma se riuscisse a dare anche una mano in termini realizzativi sarebbe certamente cosa gradita in quel di Trigoria. Il quarto posto è a 9 punti, per avvicinarsi saranno necessari i gol di tutti.

Prossima partita: Roma-Cagliari, domenica 16 gennaio ore 18:00
Probabile formazione (4-2-3-1): Rui Patricio; Maitland-Niles, Mancini, Kumbulla, Vina; Oliveira, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Mkhitaryan; Abraham.
Ballottaggi: -
In dubbio: Karsdorp, Smalling.
Diffidati: -
Squalificati: Cristante, Ibanez.
Indisponibili: Spinazzola (rottura del tendine d’Achille sinistro), Diawara (Coppa d'Africa), Darboe (Coppa d'Africa).