Zeman: "La Lazio ha qualche vantaggio in più, ma nel calcio accade di tutto"

15.10.2011 10:16 di Greta Faccani   vedi letture
Fonte: 'Cinquestelle TV' - 'Calcisticamente':
Zeman: "La Lazio ha qualche vantaggio in più, ma nel calcio accade di tutto"
Vocegiallorossa.it
© foto di Francesco Scopece/TuttoLegaPro.com

Queste le parole di Zdenek Zeman, ex allenatore di Roma e Lazio, intervenuto telefonicamente ieri sera su ‘Cinquestelle TV’ durante la trasmissione ‘Calcisticamente’:

Reja sarà tranquillo in queste ore prima del derby?
“Penso che lo viva tranquillamente, fa calcio da tanti anni. Sa bene che nel calcio è difficile prevedere e facile preparare”

Primo derby con la Lazio?
“Me lo ricordo, facemmo molti errori in fase difensiva e la Roma ne approfittò”

Primo derby con la Roma?
“A Roma il derby conta di più rispetto alle altre parti. I giocatori sono molto influenzati psicologicamente e difficilmente riescono a far vedere le proprie qualità”

La Roma ha tanti giovani, secondo lei chi può fare la differenza?
“Un giovane difficilmente fa la differenza. Sono calciatori di talento, qualcuno mi piace molto ma lo vorrei vedere giocare in maniera diversa. Ma non dico chi è”

La Roma ha molti giocatori stranieri, può essere un vantaggio?
“Può esserlo perché ancora non capiscono quanto ci tenga la tifoseria”

Cosa ne pensa della conferenza di Totti…
“Non ho sentito. Spesso Totti fa soltanto delle battute”

Quali sono i difensori più forti che ha allenato?
“Stranamente si parla di me solo per gli attaccanti. Ho avuto tanti difensori nazionali: Nesta, Favalli, Negro, Candela, Cafù e Aldair. Sono molto orgoglioso della crescita di Nesta”

Pescara, chi sono i giovani più promettenti?
“Insigna è un giocatore importante. Capuano oggi è uno dei più bravi difensori in Italia, è un ragazzo del ’91 e avrà un grande futuro”

Ha allenato tanti nazionali ma anche Servidei, Lucenti e Pivotto…
“Si è dimenticato Gomez (ride, ndr). Un allenatore può fare quello che ha in casa, loro comunque hanno dato tutto quello che avevano”

Pronostico sul derby?
“Non lo so, non sono veggente. Tutte e due le squadre hanno giocatori importanti che possono decidere il derby. Sono due squadre equilibrate anche se la Lazio ha qualche vantaggio in più giocando da più tempo insieme, il calcio è un gioco e nel gioco può succedere di tutto. Non c’è una favorita, mi auguro solo che la gente si diverta”

3-3 può essere un suo risultato ideale?
“No, per me l’ideale è 5-0”

La Lazio può giocare in maniera diversa?
“Io intendo il calcio in maniera diversa, secondo me la Lazio potrebbe fare diversamente. Tutte le squadre che hanno dominato nel calcio propongono e cercano di imporre il proprio gioco. La Lazio subisce e si adatta al gioco degli altri e per me non va bene”