Zampa: "In estate fondamentale intervenire sugli esterni"

09.03.2014 10:08 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
Fonte: Radio Amore Campania
Zampa: "In estate fondamentale intervenire sugli esterni"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Il popolare telecronista Carlo Zampa ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda ogni mercoledì e sabato su Radio Amore. Ecco alcuni passaggi dell’intervista:

Quale Roma vedremo al San Paolo?
“La squadra giallorossa, indubbiamente, ha molti giocatori che dal punto di vista fisico non sono al top come Florenzi e Strootman. Recuperato Maicon, l’unico dubbio di formazione riguarda chi giocherà sulla corsia sinistra”. Credo che a Napoli Garcia cambierà modulo optando per il 4-2-3-1”.

La Juve?
“Il mio vero derby non è con la Lazio, ma con la Vecchia Signora che ritengo essere la vera storica antagonista della Roma. Purtroppo, non credo che domani Montella riuscirà a fermare i bianconeri. Certo, in Europa League mi auguro che i viola possono eliminare la Juve”.

Chi è il vero protagonista della straordinaria stagione della Roma?
“Il vero valore aggiunto di questa Roma è stato Strootman, che ha dato personalità e tecnica al centrocampo della Roma. Non sottovaluterei anche l’apporto di Florenzi, che è un centrocampista aggiunto pur giocando in attacco. Tuttavia, il vero artefice della rinascita giallorossa è stato Rudi Garcia. Il tecnico francese ha cementato un gruppo già forte anche nelle stagioni scorse, che però sono state piuttosto deludenti”.

La Roma che verrà?
“Sarà fondamentale integrare la batteria di esterni bassi a disposizione di Garcia, perché Maicon non è più giovanissimo. Sicuramente servirà qualcosa anche in attacco. Destro non è in discussione, ma servirebbe un grande attaccante alla Higuain o Benzema. Non dimentichiamoci che Totti resta indispensabile, ma va gestito considerando la sua età e tutti gli infortuni che ha subito nel corso della sua carriera”.

De Rossi?
“Ritengo eccessive le tre giornate di squalifica. Condivido il ricorso della Roma. In passato, come accaduto in un derby con Mauri, ha commesso alcuni errori. Tuttavia, questa volta ritengo che la punizione sia stata davvero sproporzionata”.

Calcio malato?
Purtroppo, certe persone dovrebbero essere messe in condizioni di non nuocere. Lo stadio non è un teatro, ma certe cose vanno censurate. Quello che è successo a Torino è di una gravità assoluta. La sanzione è stata troppo lieve. Dovremmo farci tutti un bel esame di coscienza. Dobbiamo tifare per la nostra squadra del cuore e non contro gli avversari. Rimpiango il gemellaggio tra Roma e Napoli, perché non dimenticherò mai, quando da abbonato in Curva Sud, andavo a vedere il derby del sole. Napoli e Roma hanno le tifoserie più belle d’Italia e mentre noi litighiamo la Juve, in un modo o nell’altro, continua a vincere”.