Sconcerti: "Mourinho ha trasformato la Roma, ma la squadra è stata costruita male". AUDIO!

07.10.2021 00:00 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Sconcerti: "Mourinho ha trasformato la Roma, ma la squadra è stata costruita male". AUDIO!
Vocegiallorossa.it

Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è intervenuto il giornalista Mario Sconcerti. Ecco le sue parole:

A chi manderebbe un messaggio tra gli allenatori della Serie A?
"Non so. Il nostro calcio è cambiato nel momento in cui sono tornati grandi allenatori. Abbiamo un campionato adesso con un gioco diverso. È diminuito molto il palleggio, anche le piccole squadre giocano e hanno idee, sperimentano. Il Milan è più pronto ma mi piace l'Inter. Adesso il più bravo è Pioli, ma sta rendendo anche Spalletti. Sono però le due squadre che hanno cambiato meno".

E di Mourinho che dice?
"Ha trasformato la Roma, non ci sono dubbi. È in difficoltà perché ha un organico molto magro. A centrocampo hanno giocato sempre Veretout e Cristante e questo non è un bene. È una squadra incompleta nelle riserve. È stata costruita male, ha tanti elementi in attacco ma mancano centrocampisti. Villar e Diawara? Se neanche li mette per scampoli di partita, vuol dire che c'è qualcosa che non lo convince".

Che consiglia a Italiano per quanto riguarda la situazione Vlahovic?
"La situazione è chiara. Chi va via è per una scelta, non è mai un tradimento. Vlahovic è un calciatore della Fiorentina, non vuole rinnovare e allora si dà via subito. Il problema non è lui ma chi viene al suo posto. La Fiorentina pensa di prendere 40-45 milioni da Vlahovic. Prenderei Berardi e poi Borja Mayoral, oltre a un giocatore in prestito. Così farebbe una bella squadra".

Come giudica comunicativamente l'uscita di Commisso sulla vicenda Vlahovic?
"Se sta così la situazione, perché non doveva dirlo? Chi è ricco non pensa a strategie. Se prende un centravanti e Vlahovic non se ne fa a gennaio, fai giocare quello e gli fai fare panchina. Come ha fatto il Milan, che ha comprato Maignan, quando ancora aveva Donnarumma".