Rocchi: "Nei derby avevo più energie, Gervinho e Salah sono il sogno di qualunque allenatore"

02.11.2015 18:08 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: gianlucadimarzio.com
Rocchi: "Nei derby avevo più energie, Gervinho e Salah sono il sogno di qualunque allenatore"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

L'ex laziale Tommaso Rocchi, autore di 5 gol nel derby contro la Roma, è stato intervistato per Gianlucadimarzio.com

"Prevedo un bel derby, a Roma è sempre sentito, è diverso dagli altri. La Roma va forte, la Lazio fino a mercoledì anche. Hanno due grandi attacchi, Garcia vola con Salah e Gervinho. Loro due sono veloci e si sacrificano correndo come terzini, il sogno di qualsiasi allenatore. Nella Lazio vedo bene Felipe Anderson e Candreva, hanno le qualità per fare male a qualsiasi difesa. Sento ancora adesso Antonio, sono contento per la sua carriera. È una partita sentita, ognuno dà il massimo. Tutto si azzera, quando sei sfavorito hai meno pressioni e giochi più serenamente però va anche detto che l'altra squadra è più forte. Il derby che mi è rimasto più a cuore? Sicuramente il 3-1 del 6 gennaio 2005, dove abbiamo vinto dopo 5 anni. Segnai al debutto nel derby, indimenticabile. Dico anche quello del 3-2 del 2008, sempre con un mio gol. Quando affrontavo la Roma davo sempre il massimo, avevo più energie. La stracittadina più brutta? Tutti quelle che ho perso. Di Canio? Paolo era laziale, ci parlava del derby ogni giorno. Così lo ha trasmesso agli altri, soprattutto a me. Al debutto sono partito giocando contro Totti-Cassano-Montella, un tridente pazzesco. Non ce n'era uno in particolare ma davanti erano sempre temibili. Il difensore più difficile? Ce ne sono stati tanti, ma pochi come Samuel e Chivu".