Infantino e il piano per rivoluzionare il mercato: i 5 punti principali

16.02.2018 15:46 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: L'Equipe
Infantino e il piano per rivoluzionare il mercato: i 5 punti principali
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Secondo quanto pubblicato da L'Equipe, il prossimo 28 febbraio il comitato esecutivo della FIFA studierà un programma fatto di 11 punti redatto con l'obiettivo di garantire l'integrità del calcio, aumentare la trasparenza e preservare l'equilibrio competitivo.

- Eliminazione del mercato invernale: l'idea della FIFA sarebbe quella di eliminare il mercato di gennaio e limitare così la compravendita di calciatori alla solo sessione estiva.

- Chiusura del mercato estivo prima dell'inizio dei campionati: in questo caso Infantino sta dalla parte della FA che già dalla prossima estate chiuderà il mercato poche ore prima dell'inizio della Premier. "Sono felice della proposta della Premier. Ha senso iniziare la stagione sapendo già quali saranno i giocatori a disposizione", le parole del numero uno della FIFA qualche giorno fa a ESPN.

- Tetto salariale per le squadre: "Il sistema è in salute perché girano soldi, ma la tendenza è preoccupante. Per questo dobbiamo fare qualcosa per proteggere i valori che hanno reso il calcio ciò che è". Con queste parole il presidente della FIFA ha anticipato lo studio di un tetto salariale per le società a seconda delle entrate economiche di ognuna di queste.

- Limite ai prestiti: limitare così le attività delle squadre che comprano giocatori e li mandano a giocare in prestito in giro per il mondo. "Serviranno anche regole sportive come un limite di giocatori in rosa e soprattutto una limitazione alle cessioni in prestito. Tutti vogliamo che giochino i migliori e oggi, con la concentrazione dei migliori in pochi campionati e in pochi club, questo non sta succedendo", le sue parole in merito.

- Regolarizzare le commissioni a agenti e intermediari: secondo Infantino l'aumento delle commissioni agli agenti ha preso una "direzione preoccupante che deve essere regolata".