Brevi calcio (e mercato)

16.06.2019 23:30 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Brevi calcio (e mercato)

Con l'arrivo dell'estate, inevitabilmente il calciomercato diventa argomento quotidiano, che accompagnerà tifosi, giocatori e società sino all'inizio dei campionati. 

Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori un appuntamento fisso con le principali notizie riguardanti le restanti 19 partecipanti alla Serie A oltre la Roma, non limitandosi alle consuete voci di mercato, ma aggiungendo anche curiosità e dichiarazioni dei protagonisti.

ATALANTA - L'Atalanta pesca... dal proprio vivaio. Il successo in campionato della Primavera di Massimo Brambilla ha aperto diverse possibilità in prima squadra per molti gioiellini. Oltre ai già convocati Piccolo e Kulusevski, quest'anno potrebbero avere delle chance per il grande salto in prima squadra anche Ebrima Colley e Caleb Okoli oltre agli azzurri Under 21 Delprato, Colpani e Carnesecchi.

BOLOGNA - Questa sera debutta la Nazionale Under 21 nell'Europeo di categoria: Dall'Ara esaurito contro la Spagna. Destro nei radar della Lazio.

BRESCIA - Intervista a Giuseppe Cesari, presidente della selezione femminile: «Bonansea? Più a corrente alternata ma ha illuminazioni e intuizioni che ti fanno vincere Giugliano e Cernoia? Manuela ha una testa formidabile, nessuno anticipa le giocate così. Valentina vuol dire recupero, contrasti, raddoppi. E' un motore. Da noi è arrivata minorenne, ha un carattere fortissimo: quante volte mi ha sbattuto la porta in faccia. Ma guai a chi me la tocca. Ha fatto crescere il Brescia, quando arrivavano le nuove ci pensava lei a farle ambientare. Gama? È fondamentale: ha recupero, fisico, determinazione. E se deve ribaltare una compagna, lo fa senza problemi. Ma da vero capitano, sempre in maniera costruttiva. Bertolini? Sa tranquillizzare le ragazze in maniera impressionante. A volte è troppo calma. Io ci litigavo quando stavamo perdendo. E lei: 'Non preoccuparti Beppe, che recuperiamo'. E aveva ragione. Ma, al momento delle scelte, non guarda in faccia a nessuno. È molto determinata».

CAGLIARI - Marco Piccioli, agente di Joao Pedro, sull'interesse del Torino nei confronti del suo assistito: “Diciamo verosimile, perché al momento nessuno si è fatto vivo con noi, quindi nulla cambia, Certo, se dovesse rimanere a Cagliari il suo stipendio da 600mila euro andrebbe adeguato e di questo abbiamo già parlato con la società”.

FIORENTINA - Dopo la conferma, Vincenzo Montella interviene in vista della prossima stagione: «Il presidente è contagioso ed empatico, dobbiamo farne tesoro perché è una cosa che porta punti. Sogno di crescere, prendendo spunto dalla frase di Commisso "non fare promesse che non puoi mantenere". Con Rocco abbiamo abbiamo analizzato la rosa, che non può essere valutata per gli ultimi 45 giorni in cui l'ho allenata io. Perché era inquinata, sotto shock per il cambio di panchina. Il patrimonio c'è, dobbiamo solo investire su qualche elemento più funzionale. Chiesa? Ha bisogno di completarsi, quest'anno l'ho avvicinato alla porta per necessità anche se lui è un esterno». Il dirigente Giancarlo Antognoni: "Della Valle? Si percepiva che non c'era più voglia di investire, servivano nuovi stimoli. Anche se in realtà non mi aspettavo si arrivasse alla cessione. Commisso? Ha entusiasmo, la speranza è quella di divertirci. Gli ho raccontato cosa significhi essere fiorentini: penso abbia apprezzato il mio modo di fare. Il suo è un approccio con i tifosi diverso, è ciò che piace alla piazza. Rocco somiglia molto a Vittorio Cecchi Gori, non mi stupirei di vederlo sulla balaustra (ride, ndr). Il mio ruolo? Sarà più centrale e operativo. Ruolo che ho comunque cercato di onorare nel modo migliore anche con la vecchia proprietà: non potevo andarle contro".

GENOA - Romero resterà un altro anno in Liguria prima di diventare un nuovo difensore della Juventus.

HELLAS VERONA - Spunta Omeonga per il centrocampo.

INTER - Andrea Stramaccioni, nuovo tecnico degli iraniani dell'Esteghlal, su Matteo Politano: «Sono orgoglioso di lui. Matteo, tutto quello che si è guadagnato sin da ragazzino lo ha fatto grazie a un mix che incarna perfettamente l’interismo. Lui è un lottatore di qualità, incarna lo spirito che vuole vedere chi va a San Siro e in più gli è rimasta la fame del ragazzo di quartiere che vedevo nelle giovanili della Roma. Per questo gli scrivo sempre: “resta come sei, non cambiare mai”. Sono sicuro che darà il suo contributo pure nel 3-5-2 di Conte perché lui può fare il quinto, il sotto punta e la seconda punta». 

JUVENTUS - L'ex Gianluigi Buffon sull'addio di Allegri: “La classe con cui ha gestito l’addio è stata eccezionale. Trovo che fosse il momento giusto per chiudere tanto per lui quanto per la società, la Juventus aveva bisogno di cose nuove. Nessuno avrebbe potuto fare meglio di Max in questi ultimi cinque anni. Nessuno”. È ufficiale: inizia l'era Sarri.

LAZIO - Dalla Francia parlano di un prossimo incontro tra l'agente di Milinkovic-Savic e il Paris Saint-Germain. Wallace potrebbe passare al Flamengo: “È stata solo una chiacchierata telefonica, ma mi hanno già informato su quello che dovrebbe essere il mio stipendio. Sono sempre aperto a nuove proposte, specie quando si tratta del Flamengo”. 

LECCE - Il presidente Sticchi Damiani sulle mosse di mercato: "Il ds Meluso sta lavorando per Burak Yilmaz del Besiktas ed Ertugrul Ersoy del Bursaspor. Su Dragowski vediamo, ma noi in porta abbiamo Vigorito, per me gioca lui. Intanto abbiamo chiuso per Vera, terzino sinistro colombiano del 1999. Davanti arriveranno due attaccanti, uno può essere appunto Burak. E vorremmo investire su 2-3 giovani di proprietà".

MILAN - Intervista allo sfortunato difensore Mattia Caldara: "La cosa più importante è rispettare il programma. Finora è andato tutto bene. Le prime due settimane dopo l’operazione sono state difficili a livello mentale oltre che fisico. Ma il peggio è passato: altri due o tre mesi e ricomincio da dove avevo lasciato. Ho ipotizzato una data per il rientro, ma la tengo per me". Il giornalista Francesco Recipe sul Milan: “Il Milan non punta allo Scudetto. Immagino che punti ad arrivare tra le prime quattro e fare più strada possibile nelle Coppe. L’anno scorso è arrivato in semifinale di Coppa Italia, Gattuso aveva fatto il suo. È giusto Giampaolo, gli allenatori di livello conclamato non vengono ad allenare squadre che hanno un progetto a lunga scadenza ma nei club dove si vince subito. Questa è la realtà. Al Milan fanno lo stesso ragionamento che fa la Roma. I grandi allenatori vanno negli instant team, dove si deve vincere subito. Per il progetto del Milan, Giampaolo va benissimo”.

NAPOLI - Alle pendici del Vesuvio non hanno preso bene l'ufficialità di Maurizio Sarri quale nuovo tecnico della Juventus: attraverso i social, tantissimi tifosi partenopei hanno espresso la loro delusione, più o meno diplomaticamente...

PARMA - Intervista al tecnico Roberto D'Aversa: "La società ha un progetto molto serio per i prossimi anni e io sono felice di farne parte. Sarà importante affrontare con lo spirito giusto il secondo campionato di A. La salvezza è stata un vero e proprio miracolo, nel 2015 il Parma era nei Dilettanti, quest’anno se l’è giocata alla pari con Cristiano Ronaldo e compagnia: mi pare una crescita pazzesca. Chi ci è mai riuscito? Per la prossima stagione l'obiettivo è lo stesso, mantenere la categoria. Cercheremo di costruire una squadra equilibrata per arrivare al traguardo, ma senza fare follie".

SAMPDORIA - Curiosità sul contratto che, a breve, firmerà Eusebio Di Francesco: guadagnerà l'1% sulle future plusvalenze del club.

SASSUOLO - Si dovrà attendere il Campionato Europeo Under 21 prima di dare l'assalto a Cutrone.

SPAL - Effettuato un sondaggio con l'Inter per capire se ci siano le basi per acquistare Pinamonti.

TORINO - Cairo vorrebbe Verdi e Mario Rui dal Napoli: tuttavia, il patron partenopeo De Laurentiis chiede ben 43 milioni di euro. 

UDINESE - Ecco quanto riportato dal sito ufficiale dei friulani: 

Mancano ormai solo 9 giorni all'inizio di quella che sarà la prima Summer School in Stadia Management, organizzata dall'ICRIM, l’International Center of Research in International Management dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e da Udinese Calcio. Saranno più di 40 gli studenti e i professionisti di tutta Europa che raggiungeranno Udine dal 24 al 30 giugno per seguire il Corso di formazione, che sarà dedicato a documentare e discutere le migliori pratiche relative alla gestione degli stadi calcistici.