La pazienza nel mercato. La consapevolezza della propria forza

 di Luca d'Alessandro Twitter:   articolo letto 16019 volte
Fonte: L'editoriale di Luca d'Alessandro

26 gennaio, 1 febbraio 2016. Non sono due date qualsiasi, ma i giorni in cui la AS Roma ha diramato i comunicati degli acquisti dello scorso mercato di gennaio (escluso Zukanovic) Diego Perotti e Stephan El Shaarawy, calciatori importantissimi per la seconda parte della scorsa stagione e della Roma attuale. Non è un caso che siano arrivati gli ultimi giorni di mercato, addirittura nelle ultime ore Perotti, neanche il tempo di farsi la doccia, dopo aver giocato con il Genoa che era a Villa Stuart a fare le visite mediche. Quella sì che era una Roma necessitante di cambiamenti. Il primo, il vero colpo, era già stato fatto: Spalletti. Altri tempi, altra situazione, altra squadra. 87 punti dopo, 87 (repetita iuvant) è di nuovo tempo di mercato. Inutile aspettarsi il colpo, soprattutto in questi primi giorni. La squadra c'è, ha dimostrato di reggere anche a situazioni avverse, anzi di compattarsi, traendone ulteriore forza, di adattarsi a moduli e situazioni. Certo a centrocampo la rosa è un po' corta, ma il nuovo modulo garantisce solidità difensiva che in Italia conta più dell'attacco. Partendo dai numeri e dalla consapevolezza della forza della squadra, non resta che rimanere in attesa, aspettando che si apra qualche finestra con calciatori funzionali, sperando si rivelino i nuovi Fazio, Perotti o El Shaarawy. Calciatori in cerca di riscatto o di consacrazione. Il calendario prevede impegni alla portata Udinese, Sampdoria in Tim Cup, Cagliari in casa, eventuale quarto di finale contro Sassuolo o Cesena all'Olimpico e di nuovo la Sampdoria, questa volta in Serie A, al Marassi. A questo punto ci sarà il rientro di Salah dalla Coppa d'Africa (finale 3°-4° il 4 febbraio, finale il 5), pronto per la Fiorentina e per la gara di andata di Europa League. Il detto più si è, meglio è nel calcio non trova troppi riscontri, la qualità tende a fare la differenza. Questa Roma ne ha e la pazienza, soprattutto nel calciomercato di gennaio, del colpo giusto potrà aumentare le virtù di una squadra forte.