Pistolesi: "La Roma Femminile mi sta stupendo per come sta crescendo". AUDIO!

22.04.2022 20:46 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Pistolesi: "La Roma Femminile mi sta stupendo per come sta crescendo". AUDIO!
© foto di Luca D'Alessandro

Durante Tuttocalciofemminile, trasmissione di TMW Radio, Alessandro Pistolesi, ex allenatore del Napoli Femminile, è intervenuto per parlare dei temi legati alla Serie A ma anche a quelli della Nazionale di Milena Bertolini: “La Nazionale sta continuando il percorso di crescita iniziato dal Mondiale in Francia. L’ha dimostrato con la vittoria in Svizzera, adesso può stare tra le grandi a livello mondiale. L’Europeo che ci attende sarà molto interessante, anche perché ci saranno squadre che non si qualificheranno al Mondiale ma che sono comunque molto forti. Il merito di questa crescita va a Bertolini ma anche a quanto fatto da diverse società, per prima la Juventus, che si è dimostrata competitiva anche in Champions”.

Proprio sulla Juventus, un giudizio sull’operato di Montemurro?
“Ha fatto molto bene in Europa, paradossalmente ha fatto peggio in campionato ma era abbastanza facile visto che la Juve nelle ultime stagioni le aveva vinte tutte. Della sua squadra mi ha colpito il fatto che adesso il gruppo sia convinto di poter dire la sua anche in Europa”.

Bonansea non ha ancora deciso il suo futuro. Cosa le consiglierebbe?
“Le consiglierei di rimanere a Torino, perché proprio per il percorso fatto in Europa credo che la Juventus nei prossimi anni potrebbe arrivare ai livelli delle big degli altri campionati”.

Roma e Fiorentina sono invece sorprese, rispettivamente in positivo e negativo.
“La Roma mi sta stupendo per come sta crescendo. La Fiorentina ha una rosa di altissimo livello, bisogna capire che cosa sia successo. Come qualità dovrebbe essere ai vertici e potrebbe lottare anche con la Juventus, non riesco a capire il motivo di questi risultati. C’è però da aggiungere che nel calcio femminile lo stato emotivo della squadra conta molto”.

Quest’anno la panchina d’Oro è andata a Rita Guarino, al primo successo dopo i tanti trionfi con la Juventus.
“Rita ha sofferto purtroppo l’idea che vincere a Torino con la Juve sia facile. Ma lei ci ha messo tanto di suo in quanto fatto con la Juventus, ha fatto intere stagioni senza perdere nessuna partita. Con l’Inter sta dando tanta continuità alla squadra, anche se la sua è una squadra che ha ancora margine”.

Sul Milan: come giudica la mossa di aver fatto partire Giaciniti a gennaio?
“Il Milan ha dimostrato grande fermezza e solidità nella decisione. Quando le cose non vanno più è giusto che la società prenda in mano la situazione e da quanto fatto a gennaio penso ne abbia tratto giovamento tutta la squadra”.