Scacco Matto - Roma-Frosinone 4-0, all'Olimpico si gioca solo un tempo

27.09.2018 22:50 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
© foto di www.imagephotoagency.it
Scacco Matto - Roma-Frosinone 4-0, all'Olimpico si gioca solo un tempo

Tutto facile per la Roma, che batte 4-0 il Frosinone e torna al successo che mancava dalla prima giornat.a

LE SCELTE - Di Francesco abbandona il 4-3-3, ruota il triangolo di centrocampo e passa al 4-2-3-1: davanti a Robin Olsen agiscono Davide Santon, Konstantinos Manōlas, Federico Fazio e Aleksandar Kolarov; Daniele De Rossi e Steven Nzonzi compongono la cerniera centrale, con Cengiz Ünder, Javier Pastore e Stephan El Shaarawy alle spalle di Patrik Schick. Moreno Longo si affida al suo 3-5-2 con Camillo Ciano e Andrea Pinamonti davanti

 

 

L’ANELLO COMUNE - Il modulo scelto da Di Francesco, se da una parte dona maggiore solidità al centro, dall’altra sguarnisce in parte le catene laterali, ridotte a due elementi: il terzo, sia da un lato che dall’altro, lo fa Javier Pastore, che catalizza il maggior numero di palloni possibile per giocarli con qualità ai compagni. L’argentino, è bravo a farsi trovare spesso alle spalle della linea mediana avversaria, creandosi lo spazio per condurre il pallone e cercare la migliore soluzione possibile: il 27 segna anche il gol del 2-0, in una partita già messa in discesa dalla perla individuale di Cengiz Ünder e chiusa già nel primo tempo dal 3-0 di El Shaarawy, su un assist che arriva da destra ancora dal turco.

ALLENAMENTO AGONISTICO - Dopo l’intervallo non c’è più Manōlas, sostituito da Ivan Marcano, ma è un cambio che sposta poco non solo per il ruolo: entrambe le squadre abbassano il ritmo quasi a zero, con la Roma che fa un lungo possesso palla e il Frosinone che si compatta dietro, non aggredendo. L’unico scopo di entrambe le squadre è far scorrere il cronometro e risparmiare energie in vista dei rispettivi impegni del prossimo week-end, tant’è che Di Francesco completa i cambi con due esordienti in Serie A, Nicolò Zaniolo e Luca Pellegrini, per Javier Pastore e Daniele De Rossi, con Aleksandar Kolarov che chiude la gara da mediano, segnando in inserimento il gol del 4-0, su assist proprio di Luca Pellegrini dopo un’azione ancora costruita su una catena, stavolta quella di sinistra.