Women's Champions League - St. Pölten-Roma 3-4 - Le pagelle

27.10.2022 07:55 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Women's Champions League - St. Pölten-Roma 3-4 - Le pagelle
© foto di Vocegiallorossa.it

CEASAR 6 - Non è mai bello prendere tre gol, ma può fare ben poco in tutte le circostanze. Reattiva su Brunnthaler prima del tap-in vincente di Schumacher.

LINARI 7 - Si fa notare con un bel lancio in profondità a scavalcare la difesa per Giacinti, poi si distingue per un paio di recuperi in fase difensiva. Non molla e suona la carica con la gran botta dell'1-2 con la quale parte la rimonta della Roma.

WENNINGER 6 - Pericolosa sui corner con alcuni colpi di testa che non inquadrano la porta. Nella ripresa si mette in luce con una grande cavalcata dalla sua metà campo, poi l'azione non si concretizza.

MINAMI 5 - Giornata molto difficile per la nipponica. Causa il rigore dell'1-0 intervendo in ritardo su Brunnthaler, poi si perde Schumacher in occasione del 2-0 e va spesso in sofferenza anche con la neo entrata Enzinger. 

SERTURINI 6,5 - Chiamata a sostituire Bartoli, la calciatrice in maglia numero 15 risponde presente e dà sempre l'impressione di poter creare qualcosa di pericoloso. Salta spesso le sue dirette avversarie, calcia in porta e crossa molto: una prestazione convincente.

GIUGLIANO 7 - Tra le migliori nel primo tempo dove detta i tempi di gioco, nella ripresa si fa notare meno sino al momento in cui si prende la responsabilità di calciare da fuori, trovando la rete del 3-2 con la complicità di Schluter.

ANDRESSA 5,5 - A corrente alternata, alcuni momenti è nel vivo del gioco e in altri sparisce. Sfiora il gol con una splendida rovesciata, si fa ipnotizzare dal dischetto ma ci pensa Giacinti a correggere in rete. DAL 90' CICCOTTI SV

GREGGI 6 - Lotta, corre e si sbatte per tutti i 90' con buoni ripiegamenti in fase difensiva. Tenta la conclusione da fuori nella ripresa senza fortuna.

HAAVI 6,5 - Inizio in sordina per la norvegese, che sale di livello nella ripresa e ha il merito soprattutto di guadagnare il calcio di rigore con la sua palla in mezzo colpita di mano da un'avversaria.

GIACINTI 7 - Sembrava essere la classica giornata maledetta per le attaccanti, con il pallone che non ne vuole proprio sapere di entrare in porta, un po' per imprecisione e un po' per sfortuna. Caparbia e lesta nel ribadire in rete il penalty sbagliato da Andressa, va in gol per la terza partita consecutiva in tutte le competizioni. DAL 90' KOLLMATS SV

HAUG 6 - Partita di sacrificio per la calciatrice, che si abbassa molto per ricevere palla, ma ha poche occasioni per calciare in porta. DAL 62' LAZARO 7,5 - Non era un momento facile per la spagnola, che ripaga la fiducia di Spugna con un assist e un gol. Dapprima, infatti, addomestica il pallone permettendo a Linari di calciare in porta e trovare il 2-1, poi da fuori area beffa Schluter con la conclusione che vale il momentaneo 4-2 e un'emozionante esultanza quasi tra le lacrime.

SPUGNA 6,5 - A parte Bartoli, acciaccata, ripropone lo stesso 11 visto contro lo Slavia Praga. La sua Roma crea tanto ma è incredibilmente imprecisa sotto porta e rischia seriamente di pagare il mancato cinismo. Inserisce Lazaro che si dimostra essere la carta vincente con un assist e un gol. La sua Roma è prima in campionato e prima nel girone di Champions League: difficile fare meglio sino a questo momento.