Ass. Sport, Frongia: "Il vincolo della Soprintendenza? Non abbiamo possibilità di controllo"

 di Danilo Magnani Twitter:   articolo letto 6823 volte
Fonte: Radio Radio
Ass. Sport, Frongia: "Il vincolo della Soprintendenza? Non abbiamo possibilità di controllo"

Daniele Frongia, assessore allo Sport di Roma Capitale, ha parlato prima della riunione della Commissione Sport ai microfoni di Radio Radio. Queste le sue parole sullo Stadio della Roma: “Stadio che non si farà a Tor di Valle? Non lo penso affatto, il nuovo assessore ci sta lavorando, giovedì ci sarà un consiglio straordinario e ci sarà un aggiornamento sul tema, uffici e assessorato stanno lavorando. Il vincolo della Soprintendenza? Non abbiamo possibilità di controllo, dialogheremo con tutti i soggetti ma non possiamo prevedere nulla, la richiesta è arrivata a ridosso della chiusura della Conferenza dei Servizi e dello stadio si parla dal 2012, non so prevedere il futuro". Ha poi parlato della partecipazione che il club giallorosso avrà nel rilancio delle attività sportive nella Capitale: "È una richiesta già formulata alla Roma, che si è dimostrata sensibile all'argomento, non abbiamo ancora informazioni aggiuntive nei dettagli ma c'è sicuramente la disponibilità del club a dare una mano all'amministrazione, specie per le periferie. Si parla in particolare della riqualificazione di impianti già esistenti". L'assessore ha poi concluso parlando dello Stadio Flaminio: “L'idea è di fare il punto della situazione del percorso già intrapreso da fine 2016, abbiamo fatto un concorso internazionale e sono pervenute diverse proposte. Parliamo del più grande intervento di riqualificazione di un impianto sportivo a Roma, probabilmente in Italia. Servono tempo ed approfondimenti, ma l'iter è già avviato. Al momento la Lazio non ha mandato proposte concrete e il presidente Lotito ha già ribadito che non è interessato al Flaminio".