Pagelle Milan-Roma 1-2, Coppa Italia Primavera: Piscitella guida i giallorossi in finale. Debutto stagionale per Proietti Gaffi e Ferrante

31.01.2012 16:18 di Yuri Dell'Aquila   vedi letture
Luciano Sacchini
Luciano Sacchini
© foto di Voce giallorossa

Proietti Gaffi 6.5: Bagna l'esordio stagionale con un miracolo su colpo di testa di Baldan dopo una manciata di minuti, cui segue un altro ottimo intervento nel corso del primo tempo. Incolpevole sul gol subito.

Sabelli 6: Quest'oggi non c'è bisogno delle sue galoppate, dal momento che la qualificazione è chiusa in cassaforte sin dalle prime battute dell'incontro. Può concedersi il lusso di una giornata tranquilla. 

Orchi 6.5: Tiene bene la linea difensiva per tutta la durata dell'incontro. Serve con un intelligente colpo di tacco l'assist per il raddoppio di Piscitella.

Romagnoli 6: Lascia il campo per infortunio al 35', non prima di aver salvato la propria porta con un prodigioso intervento in scivolata. (Dal 36' - Barba 6: Il suo ingresso non cambia nulla tatticamente, prestazione senza sbavature)

Nego 6: Accusa problemi fisici in avvio di match, e per questo va in difficoltà quando il Milan sale con gli esterni. Cresce alla distanza e fornisce il solito supporto in fase offensiva.

Verre 6.5: Gara solida per il playmaker giallorosso, abile ad addormentare il gioco a risultato ormai acquisito, senza disdegnare qualche sortita in avanti.

M. Ricci 6.5: Detta i tempi delle giocate all'unisono con il compagno sulla mediana. Sotto l'abbondante nevicata che cade su Milano, lotta su ogni pallone al servizio della squadra. (Dal 69' - Ceccarelli SV -  Entra quando la gara non ha più nulla da dire)

Frediani 6: Qualche buono spunto, elemento prezioso della rosa. Ha il merito di propiziare il vantaggio romanista, tenendo in vita un pallone destinato sull'out che verrà poi deviato in rete da Baldan. 

Politano 6: Molto mobile, spazia bene tra le linee alla ricerca dell'accelerazione giusta per mandare in porta i compagni. Pecca in precisione quando potrebbe far male ai padroni di casa.

Piscitella 7: L'uomo più pericoloso dei giallorossi. Tiene in apprensione il pacchetto arretrato rossonero, che deve ricorrere al raddoppio sistematico, con le sue costanti progressioni. Da vero rapinatore d'area, raccoglie il tacco di Orchi e insacca il 2-0. (Dal  79' - Ferrante 6: Il neo acquisto romanista ha l'opportunità di andare in rete al primo pallone toccato ma si fa murare da Narduzzo. In dieci minuti si rende pericoloso almeno in tre occasioni).

Leonardi 5.5: Utili le sue sponde, che liberano più volte al tiro i compagni di squadra. Sotto porta non incide come dovrebbe, non riuscendo praticamente mai ad impensierire Narduzzo.