65a Viareggio Cup - Pagelle As Roma vs Fk Spartak Moskva 3-0

12.02.2013 17:23 di Alessandro Paoli Twitter:    vedi letture
65a Viareggio Cup - Pagelle As Roma vs Fk Spartak Moskva 3-0
© foto di Luciano Sacchini

ŠVEDKAUSKAS, voto 6 - I russi dello Spartak Moskva lo impensieriscono poco, ma, quando lo fanno, lui risponde sempre al meglio soprattutto in uscita bassa. Nelle uscite alte in occasione dei corner avversari regala qualche brivido di troppo alla retroguardia giallorossa.

ROSATO, voto 7 - In fase difensiva disputa una partita praticamente priva di sbavature. In palleggio inizia con qualche errore di troppo per poi crescere alla distanza. La perla della sua partita è il pregevole lancio dalle retrovie per il raddoppio di Bumbă.

CARBONI, voto 6 - Gli attaccanti dello Spartak Moskva non lo mettono mai in difficoltà e lui, da veterano della categoria, dimostra grande sicurezza ed autorità. Sul finale commette l'ingenuo fallo da rigore su Fedchuk che, per sua fortuna, l'arbitro non ravvede.

SOMMA, voto 6,5 - Solita prova di grandissima affidabilità per il centrale giallorosso. Ottime letture difensive e grande personalità contraddistinguono la sua prestazione. Come di consueto, si rende un punto di riferimento in difesa per i compagni.

YAMNAINE, voto 6 - Il terzino francese sbaglia poco in fase di non possesso anche se, in più di un'occasione, soffre eccessivamente l'intreprendenza di Savichev. In fase offensiva è meno intreprendente del solito e spesso risulta poco lucido.

RICCI M., voto 7 - Classe, eleganza e lucidità. Il biondo centrocampista giallorosso guida con la solita e sapiente dose di geometrie il centrocampo della formazione di Alberto De Rossi trasformando qualsiasi palla sporca orbiti dalle sue parti nel più agevole dei suggerimenti per i compagni. Che sia ormai la mente ed il faro di questa squadra è un fatto assodato da tempo. Guida (dall'87' ADAMO, sv - Subentra a Matteo Ricci giustappena per respirare l'aria di vittoria al Viareggio).

CITTADINO, voto 7 - Se Matteo Ricci è la mente, lui è l'anima del centrocampo giallorosso. Quantità e qualità, sempre e comunque, a servizio del collettivo. Quando c'è da sacrificarsi o da mettere la gamba per la causa non si tira mai indietro. Combattente!

FREDIANI, voto 7 - Tecnica e velocità in funzione della squadra. In due parole potremmo sintetizzare così la prova del numero 7 giallorosso che, dopo aver confezionato l'assist dell'1-0 per Bumbă al 12', sforna tante altre giocate degne di nota senza mai peccare di egoismo. Prezioso! (dal 54' FERRI, voto 6 - Entra in campo con la giusta voglia donando vivacità alla fascia sinistra della Roma).

BUMBĂ, voto 8 - Mobilissimo sul fronte offensivo giallorosso, ha il pregio di inserirsi puntualmente in area creando continui problemi alla difesa russa. Proprio da questa sua attitudine nascono i due gol della Roma al 12' ed al 31' che aprono e consolidano il risultato sino al 3-0 finale. Decisivo! (dall'81' DE SANTIS A., sv - Pochi minuti cercando di farsi notare senza però riuscirci).

RICCI F., voto 6,5 - Sulla fascia destra regala il giusto mix di velocità ed imprevedibilità. Nell'uno contro uno sforna giocate degne della sua fama anche se, alcune volte, pecca un tantino d'egoismo. La sua chance da titolare la sfrutta ancora una volta molto bene (dal 54' MARCIEL, voto 7,5 - All'esordio assoluto con la maglia della Roma si presenta con una prestazione di grande personalità. Dribbling tra gli avversari nello stretto - un po' alla Pirlo per passo e tipologia -, assist per i compagni - per info chiedere a Ferrante - e notevoli proiezioni offensive consegnano a De Rossi un calciatore davvero interessante. La ciliegina sulla torta della sua prestazione è lo splendido gol che si costruisce al 79').

FERRANTE, voto 6 - Ingaggia il solito duello personale contro l'intera retroguardia avversaria sacrificandosi al cosiddetto "lavoro oscuro" in favore degli inserimenti dei compagni. Difetta troppe volte nel controllo in area e, per essere una prima punta, fa sin troppa fatica a ricavarsi occasioni da gol. Si rifarà! (dal 75' VERDE, voto 6,5 - Coraggioso e spregiudicato, come gli impone il suo enorme talento. Nel quarto d'ora che gli concede De Rossi trova il tempo di andare alla conclusione in due circostanze costringendo in pieno recupero Mitryushkin alla deviazione sul palo. Gioiello).

All. DE ROSSI, voto 9 - La sua Roma si dimostra squadra sicura e compatta in fase difensiva concendendo poco e nulla ai russi dello Spartak Moskva. In fase offensiva azzecca la scelta di Bumbă trequartista (autore di una doppietta) e gestisce al meglio l'esordio in giallorosso nella ripresa del talentino, classe '95, Marciel. Che fosse uno dei migliori della categoria, se non il migliore, lo si sapeva, ma se comincia a non sbagliare più una mossa per gli avversari diventa dura. Stratega!