COVID-19 - 22.857 nuovi contagi in Francia. In Italia 17.083 nuovi positivi, 4 milioni e mezzo di vaccinati. 9 regioni sulla soglia del 30% delle criticità. 1.228 nuovi casi in Veneto

02.03.2021 21:17 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    Vedi letture
COVID-19 - 22.857 nuovi contagi in Francia. In Italia 17.083 nuovi positivi, 4 milioni e mezzo di vaccinati. 9 regioni sulla soglia del 30% delle criticità. 1.228 nuovi casi in Veneto
Vocegiallorossa.it

L'emergenza Coronavirus continua a non dare tregua non solo in Italia, ma in tutto il pianeta. La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Secondo i dati del ministero della Salute i contagi, nelle ultime 24 ore, sono 17.083 e i decessi 343. Salgono le terapie intensive (+38) e i ricoveri nei reparti Covid (+458). Sono stati effettuati 335.983  tamponi (molecolari e antigenici) e il tasso di positività scende al 5%.

21:17 -  Sono 22.857 i nuovi contagi in Francia.

19:55 - "Nel decreto sostegno che il governo varerà in una settimana o dieci giorni ci saranno risorse per i congedi retroattive, da gennaio in avanti, e anche risorse per la didattica a distanza. Le risorse ci sono: il problema è spenderle". Lo dice il ministro degli Affari regionali Maria Stella Gelmini in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

19:10 - Sono arrivate quasi a quota 4 milioni e mezzo (precisamente 4.434.131) le dosi di vaccino anti covid somministrate in Italia. E' quanto riporta il sito del ministero della Salute, con 1.424.677 persone vaccinate con doppia dose e dunque circa tre milioni gli italiani che hanno ricevuto finora solo la prima dose. Attualmente sono 6.542.260 le dosi distribuite alle regioni: 4.537.260 di Pfizer/BioNTech, 493.000 di Moderna, 1.512.000 di AstraZeneca. In tutta Italia è stato utilizzato in media il 67,8% delle dosi distribuite.

18:16 - I 3.762 nuovi casi di coronavirus in Lombardia si concentrano per lo più in provincia di Brescia che registra 844 positivi (ieri 497). Segue il Milanese con 767 casi (ieri 770) di cui 303 a Milano città. Questi i dati dei contagi nelle altre province: Bergamo 146; Como 324; Cremona 100; Lecco 91; Lodi 54; Mantova 114; Monza e Brianza 486; Pavia 148; Sondrio 34; Varese 564.

17:39 - CLICCA QUI per consultare il bollettino odierno.

16:50 - Di seguito le parole dell'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, riportate dal sito di SkyTg24: "Oggi è stata superata la quota delle 128mila vaccinazioni over 80, siamo la regione che ha vaccinato più anziani". 

16:20 - Di seguito la nota di Palazzo Chigi sulla conferenza stampa per illustrare le misure del nuovo DPCM: "I ministri per gli Affari regionali e della Salute, Mariastella Gelmini e Roberto Speranza, terranno questo pomeriggio alle ore 18.45 una conferenza stampa a Palazzo Chigi per illustrare le nuove misure del Dpcm sull'emergenza epidemiologica da Covid-19. All'incontro con i giornalisti parteciperanno il presidente dell'Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, e il presidente del Consiglio superiore di
sanità, Franco Locatelli."

16:10 - "Si ribadisce che per i soggetti estremamente vulnerabili che rientrano nella tabella 2 della Circolare del Ministero della Salute sono attualmente aperti tre canali, di reclutamento proprio per favorire la presa in carico, per la somministrazione dei vaccini: il primo canale è presso il centro dove sono in cura, il secondo attraverso il proprio medico di medicina generale (MMG), il terzo con prenotazione online a partire dal 4 di marzo per le patologie con codice di esenzione che rientra interamente e unicamente nelle aree di patologie inserite dal Ministero della Salute". Questa la nota
dell'Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio. "Pertanto non c'è nessuna esclusione, anzi molte strutture hanno già iniziato a vaccinare i loro pazienti onco-ematologici in terapia come riconosciuto anche dalla Federazione degli oncologi, cardiologi e ematologi - FOCE che per prima ha posto il tema di vaccinare queste categorie a rischio, che nel Lazio corrispondono a circa 15 mila persone".

15:30 - Giro di tamponi in casa Torino e esito negativo per tutto il gruppo squadra. Buone notizie, dunque, per i granata che non cambia però lo stato dei fatti in vista della gara contro la Lazio, visto che la formazione di Nicola non partirà per la Capitale seguendo le disposizioni della Asl di Torino.

15:15Lazio-Torino di questa sera non verrà rinviata. Il Consiglio di Lega straordinario convocato questo pomeriggio ha ribadito l'intenzione di non rinviare il match questa sera. A questo punto, la squadra di Simone Inzaghi scenderà in campo all'Olimpico mentre il Torino - bloccato dall'Asl - non sarà a Roma per il match.

14:00 - Sono 9 le regioni italiane che sono sulla soglia di criticità del 30%, o che l'hanno superata, dei posti letto in terapia intensiva occupati dai malati di COVID-19.

13:30 - Sono 1.228 i nuovi casa di positività al COVID-19 nella Regione Veneto nelle ultime 24 ore. Tali numeri portano il totale dei malati dall'inizio della pandemia a 335.478. L'incidenza dei positivi sui tamponi effettuati nelle ultime 24 ore è pari al 2,87% (gli altri positivi sono 25.224). Negli ospedali è stato registrato un calio (-23) dei ricoveri nelle aree ritenute non critiche con 1.172 pazienti. Crescono, invece, il numero di ricoveri nelle terapie intensive (+6) per un totale di 145.

13:00 - Francesco Vaia, direttore dell'Ospedale "Lazzaro Spallanzani" di Roma, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a margine dell'incontro con Gabriele Gravina, presidente della FIGC: "Ho sentito ieri il generale Figliuolo e approfitto di questa occasione per fargli gli auguri. Lo conosco personalmente e lo stimo moltissimo. Abbiamo avuto occasione già di collaborare: insieme abbiamo messo in campo l'hub dell'esercito alla Cecchignola. È una persona veramente capace e operativa che sicuramente farà tanto bene al Paese".

12:30 - Sono 1.058 i nuovi casi registrati nella Regione Toscana nelle ultime 24 ore di cui 13.182 tamponi molecolari e 10.142 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è pari al 4,54% (il 9,1% sulle prime diagnosi).

12:00 - Sono 415 i nuovi casi registrati nella Regione Marche nelle ultime 24 ore. Su i 7.094 tamponi testati: 5.040 dei quali nel percorso delle nuove diagnosi (2.985 nello screening con percorso Antigenico) e 2.054 nel percorso dei guariti. L'indicie di positività è intorno all'8% di cui circa la metà sono stati effettuati ad Ancona.

11:30 - È andato in scena stamattina l'incontro tra Fabrizio Curcio, capo della Protezione Civile, e Francesco Paolo Figliuolo, commisssario per l'emergenza. I due avrebbero si sarebbero confrontati su un nuovo piano per i vaccini come richiesto dal premier Mario Draghi.

11:00 - È stata programmato alle ore 12:00 l'incontro tra il Governo e gli enti locali per discutere il prossimo DPCM che conterrà le nuove misure per contrastare l'emergenza epidemiologica legata al COVID-19. Saranno presenti Maria Stella Gelmini (ministro per gli Affari Regionali), Roberto Speranza (ministro della Salute) ed i rappresentati delle Regioni, delle Province e dei Comuni. Le misure che verranno prese entreranno in vigore dopo Pasqua.

10:35 - Secondo Il Messaggero, ci sarebbe stato un pressing da parte di Cagliari e Parma per la conferma del match, dopo esser state costrette a scendere in campo in precedenza con situazioni di rosa più che precarie. La stessa Juve si fa sentire. Il disastro è servito. Tutti scontenti.

10:10 - La Francia ha annunciato di aver autorizzato l'utilizzo del vaccino AstraZeneca per le persone tra i 65 e i 75 anni.

9:35"La Asl blocca i granata ma la Lega non sposta il match", titola stamane il Corriere della Sera. Fino alle 24 il Torino non potrà spostarsi, come comunicato dall'ASL. Ma Lazio-Torino resta in calendario per oggi alle 18.45. Rinvio o nuovo caso Juventus-Napoli? Prevarrà la seconda strada. La mail dell'autorità sembrava portare ad un rinvio automatico, invece così non è stato. Ieri nuovo giro di tamponi in casa Torino, oggi in mattinata arriveranno i risultati. Nel caso di tamponi tutti negativi potrebbe arrivare il via libera agli allenamenti di gruppo. Non si può nemmeno rinviare di 24 ore il match, visto che la Lazio giocherà poi sabato. Rebus ancora da decifrare.

9:31 - "Ci sono numerosi studi relativi a decine e decine di Paesi che dimostrano che il passaggio dalla didattica a distanza a quella in presenza fa crescere l'indice Rt del 25%, mentre il passaggio inverso lo fa abbassare nella stessa misura". Queste le parole di Giovanni Sebastiani dell'Istituto per le Applicazioni del Calcolo "Mauro Picone" del Cnr, riportate dal sito di SkyTg24: "Il problema non è la scuola in sé, che è sicura, quanto il complesso delle attività connesse, come i trasporti e la stessa socialità".

9:22 - "Lazio-Torino non si gioca ma la palla può finire in tribunale". Questo il titolo che La Stampa utilizza all'interno dell'edizione odierna. La speranza è che non emergano nuove positività da impedire anche il viaggio di domenica a Crotone, ma per il momento la certezza è che Lazio-Torino sarà rinviata come Torino-Sassuolo. La maggioranza dei club vogliono dar seguito al protocollo del calcio, ma il precedente Juventus-Napoli insegna come andrà a finire la vicenda. Qualcuno aveva ipotizzato lo slittamento di 24 ore, ma entrambe non erano d'accordo. Più probabile rivederle in campo il 7 aprile.

9:15 Il Messaggero in edicola questa mattina dedica uno spazio a Lazio-Torino con questo titolo: "Si rischia la paralisi del campionato". Si va verso un nuovo caso Juve-Napoli che ha creato un precedente e quindi, verosimilmente, ci si comporterà in maniera analoga. La Lega di A ha cercato di spostare la partita di un giorno, ma è risultato impossibile perché sabato ci sarà Juventus-Lazio che non potrà essere rinviata causa impegno Champions dei bianconeri. Il rischio di paralisi del campionato è più che concreto con la Lega spaccata in due insieme anche alla Figc sulla possibilità che il Torino possa o meno chiedere un altro rinvio sulla base della posizione dell'Asl: il protocollo fa acqua senza un gentlement agreement fra presidenti.