COVID-19 - 21.052 nuovi contagi. Speranza: "Sacrifici essenziali, non sono bizze". Italia sesta al mondo per numero di casi in 24 ore. VIDEO!

05.12.2020 22:17 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture

L'emergenza Coronavirus continua a non dare tregua non solo in Italia, ma in tutto il pianeta. Per quanto riguarda il nostro paese, nelle ultime 24 sono stati effettuati 194.984 tamponi e individuati 21.052 nuovi contagi al COVID-19, per un'incidenza del 10,7%. Gli attualmente positivi sono 754.1693.533 in meno rispetto al giorno precedente. Nell'ultimo giorno sono morte 662 persone affette da Coronavirus per un totale di 59.514 decessi dall'inizio dell'epidemia. Infine, i guariti sono 896.308, 23.923 in più rispetto al giorno precedente. Vocegiallorossa.it propone nuovamente ai nostri lettori tutti i principali aggiornamenti legati alla pandemia. 

22:17 - Sono stati 12.923 i nuovi casi di COVID-19 registrati da ieri in Francia, come fa sapere il Ministero della Salute francese.

21:19 - Così il direttore del laboratorio di microbiologia dell'università di Padova, Andrea Crisanti. "Per il vaccino ci vorrà del tempo e prima di sapere se il 70% della popolazione italiana avrà effettivamente aderito - e penso che lo sapremo verso giugno, se tutto andrà bene - fino ad allora avremo il problema di come controllare l'epidemia. Questa è la vera sfida, non credo che la vaccinazione avrà un impatto prima di 6 o 7 mesi, se tutto va bene".

19:50 - Sono oltre 150 le persone arrestate dalla polizia di Londra durante le proteste anti-lockdown. Tra le accuse ai manifestanti fermati, violazione delle misure anti COVID-19, aggressione a un agente e possesso di droga. In Inghilterra dal 5 novembre è in vigore un nuovo lockdown, con la chiusura di tutti i negozi non essenziali e l'uscita da casa consentita solo per lavoro ed emergenze. Le autorità intendono revocare le misure il 2 dicembre e decretarne di nuove in vista delle festività. 

19:14 - Secondo il Ministro Lamorgese, ben 70.000 agenti saranno impiegati durante le festività natalizie.

18:35 - La Protezione Civile ha diramato i consueti dati inerenti all’emergenza Coronavirus. I nuovi contagi sono 21.052, che portano il totale a 1.709.991. Nello specifico, rispetto a ieri, -3.533 attualmente positivi (754.169), +23.923 guariti (896.308), +662 decessi (59.514). I tamponi effettuati sono stati 194.984 per un’incidenza del 10,7%.

18:00 - "Ad oggi si sono persi circa mezzo milione di posti di lavoro dall'inizio della crisi", dice il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, ospite della maratona di Sky TG24 Live In Courmayeur. 

17:20 - La città di Tokyo aggiorna il record giornaliero dei casi di coronavirus, a quota 584 nella giornata di sabato, dopo il picco registrato il giorno precedente con 570 positività. Preoccupa inoltre un aumento significativo dei contagi che riguarda in maniera maggiore la fascia più giovane della popolazione. Ad oggi il totale delle infezioni nella capitale si assesta a 43.377, il più alto tra tutte le prefetture del Paese e quasi un terzo della somma complessiva nazionale.

16:30 - "Serve una corsia preferenziale per test rapidi e tamponi, se ci fosse il caso di un positivo in classe i dirigenti scolastici devono avere risposte quasi immediate rispetto alla possibilità dei test rapidi in classe. Quando si è fatto, si è scoperto che i protocolli funzionano e la maggior parte studenti in classe non si è contagiata". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, a Sky TG24 Live In Courmayeur, specificando che "adesso è possibile ripartire con il tracciamento" nelle scuole.

15:24 - Quelli che stiamo chiedendo sono sacrifici indispensabili, non bizze. Sacrifici che siamo costretti a chiedere anzitutto a chi lavora in quei settori. Sappiamo che chiedendo loro di chiudere abbiamo provocato conseguenze molto serie, nessuna di queste scelte viene fatta a cuor leggero". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza a Sky Tg24. 

14:20 - Sfiorano i 75 mila i contagiati da coronavirus in Veneto dall'inizio dell'emergenza (74.956 per la precisione), 2.027 in piu' rispetto a ieri. Quasi invariato il numero dei ricoveri a 2.719, mentre scendono i pazienti ad oggi in terapia intensiva (312). Ancora alto il numero dei decessi: 108 nelle ultime 24 ore e 4.173 dallo scorso 21 febbraio.

13:28 - Sulla difficoltà di reperire i vaccini per l'influenza, il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, è pronto ad assumersi "in prima persona" tutte le responsabilità derivanti da un acquisto "a trattativa privata, superando l'obbligo della gara pubblica". È questo il senso della lettera che il governatore, tramite i suoi legali, ha inviato alla procura di Milano per portarla "a conoscenza" dello stallo nell'acquisto dei vaccini. Lo riporta ansa.it.

12:56 - "La tutela della salute richiede l'impegno e la partecipazione di ciascuno". Lo sottolinea la Conferenza Episcopale Italiana mettendo in evidenza "quanta cultura della prossimità, quanta vita donata per far fronte comune all'emergenza". I vescovi, premettendo che "la pandemia ci ha fatto sperimentare in maniera inattesa e drammatica la limitazione delle libertà personali e comunitarie", chiedono: "Qual è il senso della libertà? Qual è il suo significato sociale, politico e religioso? Si è liberi in partenza o lo si diventa con scelte che costruiscono legami liberi e responsabili tra persone?". Questo quanto si legge nel loro Messaggio per la Giornata della Vita 2021.

12:16 - Il bilancio dei morti provocati dal Coronavirus in Iran ha superato quota 50mila: lo ha reso noto oggi la portavoce del ministero della Sanità, Sima Lari, sottolineando che nelle ultime 24 ore sono stati registrati 321 ulteriori decessi e 12.151 nuovi contagi contagi. Nel complesso, dall'inizio della pandemia sono morte nel Paese 50.016 persone a causa del virus e 1.028.986 si sono ammalate. Lo riporta l'ANSA.

11:13 - Come riportato da Confturismo Confcommercio, vista la situazione legata al Covid-19, in queste vacanze di Natale mancheranno nelle strutture turistico-ricettive italiane 10,3 milioni di turisti, che avrebbero speso secondo una stima non meno di 8,5 miliardi di euro.

10:40 - Secondo i dati dell'Oms aggiornati al 4 dicembre, sono 628.592 i contagi a livello globale registrati in 24 ore. La nazione che ha fatto segnare il maggior incremento giornaliero sono ancora gli Stati Uniti (oltre 195mila casi), seguiti da Brasile (quasi 50mila) e India (oltre 36mila). Nella lista, al sesto posto, c'è il nostro Paese (oltre 23mila). Preoccupano anche Russia, Germania, Ucraina, Regno Unito, Polonia e Iran.

10:05 - Parte oggi a Mosca il programma russo di vaccinazioni anti COVID-19, con il vaccino Sputnik V registrato ad agosto. Secondo quanto riporta la Bbc, migliaia di persone sono già in lista per ricevere questo weekend la prima delle due dosi: il governo darà la precedenza alle persone più a rischio, come gli operatori sanitari, gli addetti ai servizi sociali e il personale scolastico. Come è noto, mercoledì scorso il presidente Vladimir Putin ha ordinato di cominciare la vaccinazione di massa nel Paese alla fine della settimana prossima. 

09:35 - La Cina ha registrato 19 casi di COVID in 24 ore, lo stesso numero del giorno precedente. La Commissione sanitaria nazionale ha precisato che 15 casi erano di importazione e che non ci sono stati decessi. A questi si aggiungono 12 casi asintomatici che Pechino conteggia a parte. Il numero complessivo dei casi e' a quota 86.601 con 4.634 morti. 

09:00 - La pandemia ha finora causato oltre 1,5 milioni di decessi nel mondo, mentre il numero dei contagi certificati si avvia verso quota 66 milioni. Secondo gli ultimi conteggi di Johns Hopkins University sui dati ufficiali forniti dai Paesi di tutto il mondo, il numero complessivo dei casi è di 65,899 milioni e le vittime sono 1,518 milioni.

08:40 - Un'ordinanza che verrà firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati della Cabina di Regia, ha stabilito che dal 6 dicembre Campania, Toscana, Valle D'Aosta e Provincia Autonoma di Bolzano passano da area rossa ad area arancione. Emilia-Romagna, Friuli-Venezia-Giulia, Marche, Puglia e Umbria passano da area arancione ad area gialla