Atletico Madrid, Simeone: "Ci è mancato solo il gol, Alisson ha fatto una grande partita"

 di Marco Rossi Mercanti Twitter:   articolo letto 14581 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Atletico Madrid, Simeone: "Ci è mancato solo il gol, Alisson ha fatto una grande partita"

Simeone a Premium Sport 

"Ci è mancato solo il gol, la squadra ha creduto nelle nostre giocate, abbiamo avuto tre-quattro palle gol importanti, la Roma cominciava a stancarsi ma è mancato il gol, me ne vado contento. Manca una punta? Dobbiamo fare i complimenti ad Alisson, solo il palo di Saul è stato un errore nostro, credo abbia fatto una grande partita. Nel calcio non è importante l'estetica ma il gol. Imbattuto con le italiane? Non ci penso, vogliamo solo qualificarci".

Simeone in conferenza stampa (a cura dell’inviato all’Olimpico Gabriele Chiocchio)

“Tanti tiri senza segnare? Andiamo a casa con sensazioni positive, nel primo tempo la partita che avevamo studiato, i centrocampisti hanno fatto un buon lavoro, nel secondo tempo abbiamo avuto più velocità, c’è mancato soltanto il gol che è la cosa che conta di più. Credo che la Roma sia una grandissima squadra, ha calciatori importantissimi che stanno cominciando con un allenatore nuovo, hanno un ottimo gioco su palle inattive e velocità sulle fasce, il Chelsea, noi e la Roma ce la giocheremo fino alla fine per vedere chi passa il turno. Centrocampo a 4? La precisione e la concretezza sono le armi delle grandi squadre, stiamo crescendo, stiamo migliorando, procediamo con passo lento ma sicuro, schierando 4 centrocampisti avremmo avuto più fisicità in una zona in cui la Roma detta i ritmi di gioco. L’andamento della partita è stato simile alle aspettative, col passare dei minuti abbiamo inserito calciatori più veloci quando la Roma calava di intensità e di forza, c’è mancato il gol che è la cosa più importante, ma stiamo facendo un cammino nella giusta direzione. Terza partita per Thomas? Lo vedo come voi, si vede chiaramente, lavoriamo da 3-4 anni, ha lavorato duramente, ho parlato con lui molto in precampionato e lotterà per un posto in mezzo al campo, ci sarà una buona concorrenza. Abbiamo visto tante partite della Roma, una è stata quella contro l’Inter. Loro spingono forte all’inizio, esiste la possibilità che calino. Non è andata come volevamo, ma il pensiero della partita è stato quasi perfetto”.

Simeone in zona mista (riportato da marca.com)

"Il risultato? Abbiamo visto una squadra che ha creduto in sé e in tutto ciò che avevamo preparato. C'è mancato solo il gol, che è la cosa più importante nel calcio. Abbiamo avuto grandi opportunità con Vietto, Koke, Saul. Il loro portiere ha fatto una grande partita. La cosa più importante nel calcio non è l'estetica ma l'obiettivo, e non siamo riusciti. Le occasioni? Nel primo tempo abbiamo avuto chiare occasioni con Saul, Koke, Griezmann e Vietto. Dobbiamo continuare a insistere. Oggi abbiamo portato a casa ciò che abbiamo meritato a causa di Alisson. La tattica? Nel primo tempo abbiamo provato con quattro centrocampisti mentre nel secondo congiocatori più veloci contro una Roma più stanca. Sono stati bravi nel loro campo. Il punto di oggi? Spero che questo punto sia importante per il futuro e che ci aiuti ad avanzare in Champions League. Lascio delle buone sensazioni qui. Con la mia squadra abbiamo provato di tutto. Il risultato è positivo. È stato fatto tutto ciò che dovevamo fare. Abbiamo avuto occasioni, c'era buona intensità di lavoro collettivo e pressione. La concretezza è la cosa più difficile nel mondo, ma siamo in crescita. Siamo in una fase di lento ma forte miglioramento verso quello che verrà. Siamo sulla strada giusta. La Roma? È una grande squadra con molti giocatori importanti. Immagino che sia il Chelsea sia Roma come noi potranno combattere fino all'ultimo momento sperare di passare alla fase successiva. Sui quattro centrocampisti? Ho pensato che avremmo potuto lottare di più. Thomas? Ha aspettato il suo tempo ha lavorato duramente per questa opportunità. Con lui, Gabi, Koke, Saul, Augusto si sfideranno per un posto in mezzo al campo. La buona concorrenza fa bene alla squadra".