Una Roma argentina

09.01.2019 16:45 di Simone Valdarchi   Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Simone Valdarchi
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Una Roma argentina

Comincia il 2019 della Roma con la sfida di Coppa Italia all'Entella, gara in programma lunedì prossimo all'Olimpico, ore 21:00. Gli uomini di Eusebio Di Francesco sono chiamati ad una sfida facile sulla carta, contro una squadra che milita in Serie C. L'unico ostacolo sarà la Roma stessa, come nella maggior parte delle partite della stagione. Il vero problema è capire che squadra ci dobbiamo aspettare. La Roma del derby vinto, delle ultime gare dello scorso anno solare e di alcune nottate di Champions League o quella di Cagliari, Bologna e Plzeň? È una domanda a cui saremmo in grado di rispondere soltanto al fischio finale, ma nel frattempo possiamo provare ad immaginare l'undici che andrà in campo.

CHI GIOCA - Il tecnico giallorosso sembra indirizzato verso un turn-over moderato, con l'inserimento di Luca Pellegrini al posto di Kolarov e Mirante tra i pali. La difesa sarà completata da Santon, Fazio e Jesus. In mediana uno tra Lorenzo Pellegrini e Cristante affiancherà Nzonzi, mentre in attacco Ünder, Pastore e Perotti agiranno alle spalle di Schick. Una Roma argentina, dietro con il numero 20 e davanti con la coppia Pastore-Perotti che per la prima volta giocheranno insieme da titolari (fino ad ora hanno condiviso il terreno di gioco solo per 7 minuti più recupero nella sfida casalinga all'Inter).

FAZIO - Mancando Manolas che non è al meglio, sarà Federico Fazio a dirigere il reparto difensivo. Il Comandante è in cerca di riscatto e deve fissarsi come buon proposito del nuovo anno, quello di garantire a Di Francesco un rendimento di un certo livello che da agosto a dicembre è mancato. Le sue prestazioni sono state macchiate da troppe disattenzioni, blackout improvvisi che spesso hanno costretto Olsen a raccogliere la sfera dal fondo della rete. Quando si è spinto in avanti è risultato spesso decisivo, segnando più di Schick e Dzeko in Serie A (non è una battuta purtroppo, il centrale è a quota 3 reti mentre i due centravanti sono entrambi fermi a 2), ma alla squadra capitolina più che i suoi gol servono le sue chiusure.

PASTORE E PEROTTI – Come già detto una coppia inedita. Due calciatori potenzialmente in grado di risolvere le partite da soli, grazie alla loro qualità e fantasia. Entrambi però sono soggetti a frequenti problemi fisici che condizionano pesantemente le loro carriere, il loro apporto alla squadra e la considerazione dei tifosi nei loro confronti. In questi ottavi di finale di Coppa Italia, avranno a disposizione una grande opportunità per mostrare la loro utilità, anche in vista dei prossimi mesi ricchi di impegni. C'è da dire che el Monito dei segnali positivi li ha già inviati alla fine del 2018, in particolare il giorno di Santo Stefano, quando contro il Sassuolo ha giocato una buonissima gara, condita anche dal ritorno al gol. Ora tocca al Flaco scrollarsi di dosso tutte le critiche legate al suo acquisto. Di Francesco lo schiererà come trequartista, ruolo che gli si addice di più rispetto alla mezzala dei primi tempi, con la speranza che dopo Pellegrini (Lorenzo) e Zaniolo, lo spostamento dietro la punta abbia effetti magici anche su di lui.

Prossima partita: Roma-Virtus Entella, lunedì 14 gennaio ore 21
Probabile formazione (4-2-3-1): Mirante; Santon, Fazio, Jesus, Lu. Pellegrini; Nzonzi, Lo. Pellegrini; Ünder, Pastore, Perotti; Schick.
Ballottaggi: Cristante/Lo. Pellegrini, Schick/Dzeko.
In dubbio: Manolas, Coric.
Indisponibili: De Rossi.
Squalificati: -