Calcio femminile, Roma-Apulia Trani 3-1

 di Marco Rossi Mercanti Twitter:   articolo letto 2124 volte
Fonte: Mariella Quintarelli
Calcio femminile, Roma-Apulia Trani 3-1

Solita cornice di pubblico sugli spalti del Vittiglio con le ragazze e le bambine della scuola calcio che per il 19 marzo han voluto festeggiare i loro papà con un bellissimo striscione con su scritto così:

"MI HAI INSEGNATO A TIFARE LA SQUADRA DELLA MIA CITTÀ, UN BACIO, UN “FORZA ROMA” E BUONA FESTA DEL PAPÀ".

Poi inizia la partita e La Roma calcio femminile bissa il risultato dell’andata facendo tre goal all’Apulia Trani, ma con qualche difficoltà. Le pugliesi si chiudono bene, pronte a sfruttare le ripartenze e nel primo tempo bloccano le giallorosse che non riescono a segnare. Nel secondo tempo la squadra è parsa diversa e si è subito spinta in avanti con Proietti che, creando lo scompiglio in area, costringe al 47′ Spallucci del Trani ad uno sfortunato autogol. Andate in vantaggio, le giallorosse giocano più sciolte e creano tantissime occasioni. A dir di no ai tiri di Lorè prima e Privitera poi è il bravo portiere pugliese. Al 51′ prima sostituzione da parte di mister Seleman che cambia De Vecchis con Pittaccio. Al 61′ Vukcevic prova a chiudere la partita con un bel tiro dalla distanza che però si stampa sulla traversa. Al 62′ secondo cambio: per la Roma entra Pecchia ed esce Privitera. La gara non cambia, le giallorosse continuano a cercare la rete della tranquillità che arriva al 66′ con un bel goal di Pittaccio su assist di Proietti. 2 a 0 per la Roma.

Il Trani però non si arrende ed al 69′ ci prova con un tiro di Sgaramella neutralizzato dal portiere giallorosso Melis. Al 71′ terzo cambio per le giallorosse: entra Castiello per una Pedullà che aveva speso tanto. Al 75′ chiude la partita Vukcevic. Il capitano del Montenegro segna raccogliendo un assist di Pittaccio. Purtroppo nell’azione del goal l’attaccante si infortuna al ginocchio ed è costretta ad uscire. La Roma termina quindi la gara in dieci, ma l’Apulia Trani non riesce ad approfittarne e le giallorosse restano prime in classifica a punteggio pieno.

“Primo tempo un po’ sotto ritmo – dichiara mister Seleman – e andavamo troppo a cercare di giocare centralmente sapendo che lì loro erano ben organizzati ed infatti abbiamo fatto fatica a sfondare. Nella ripresa siamo partiti forte e con un altro piglio, siamo stati fortunati nel trovare il vantaggio con un loro infortunio e dal vantaggio in poi abbiamo gestito bene il pallone senza rischiare mai e sfruttato al meglio le occasioni per chiudere la gara. Voglio, però, fare i complimenti al Trani, a mio avviso la migliore squadra per organizzazione difensiva vista fin qui. Hanno un direttore tecnico preparato che dal suo arrivo ha fatto un capolavoro per salvarli. Spesso si parla delle squadre di vertice, ma oggi io vorrei proprio soffermarmi su Francesco Mannatrizio a mio avviso il top player di questa squadra. Domenica si andrà a Napoli in casa della Domina Neapolis, consapevoli che sarà un’altra dura partita…”

© foto di Vocegiallorossa.it
© foto di Vocegiallorossa.it
© foto di Vocegiallorossa.it