LA VOCE DELLA SERA - Trauma contusivo per Destro ma a Verona ci sarà. La Primavera perde a Catania. Alicicco a Vg: "Zeman pretende che tutti intorno a lui sappiano fare i professionisti"

12.12.2012 20:30 di Redazione Vocegiallorossa   vedi letture
LA VOCE DELLA SERA - Trauma contusivo per Destro ma a Verona ci sarà. La Primavera perde a Catania. Alicicco a Vg: "Zeman pretende che tutti intorno a lui sappiano fare i professionisti"
© foto di Vocegiallorossa.it

TRIGORIA - Archiviata la pratica Atalanta, la Roma è tornata in campo al Fulvio Bernardini per preparare la partita del Bentegodi contro il Chievo, in programma domenica alle ore 15.00. Non si è allenato Mattia Destro, che ha riportato un trauma contusivo alla coscia destra e alla caviglia sinistra (ma domani già potrebbe tornare ad allenarsi), così come Federico Balzaretti (un lieve trauma contusivo alla caviglia sinistra). Taddei ha invece svolto palestra e fisioterapia. Come comunicato dalla Roma sul profilo di Twitter, domani la Roma posticiperà di mezz'ora l'inizio della prima seduta giornaliera, con la squadra che scenderà alle 10.30 e non alle 10.00. La Roma scenderà poi in campo anche nel pomeriggio, alle 15.30.

NETO - Secondo quanto riferito da Sky Sport, Roma e Juventus starebbero pensando al senese Neto come rinforzo per il pacchetto difensivo. Il costo del centrale portoghese è di 8 milioni di euro, e i buoni rapporti tra il club giallorosso e quello di Mezzaroma potrebbero facilitare le trattative”.

PRIMAVERA - Il Catania si è aggiudicato il recupero della sesta giornata del campionato Primavera. Gli etnei hanno avuto la meglio sulla formazione allenata da Alberto De Rossi grazie al gol di Aveni al 72'.

ALICICCO - Alle ore 12.00 si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del libro edito da Edizioni Puky “Roma Caput... Derby!!! – 35 romanisti DOC raccontano la partita unica, tra sfottò e vittorie memorabili”: l’introduzione del volume è firmata da Francesco Totti. All’incontro ha partecipato anche l’ex medico sociale della Roma, Ernesto Alicicco che, a Vocegiallorossa.it, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Gli anni con Zeman? Mi sembra di rivedere la Roma di adesso. Zeman è un maestro, in genere divido gli allenatori in maestri, allenatori e accompagnatori, lui è un maestro come lo è stato Liedholm, come lo è stato Mazzone e come lo è stato Gigi Radice. Insegna ai ragazzi a vivere oltre che a giocare a calcio e lo dimostra ovunque è andato. Il suo rapporto con i giocatori? E' un padre, credo che un giovane giocatore non possa non amare un allenatore come Zeman. E' il massimo per un giovane, lo rende giocatore vero. Guardate quanti ne ha tirati fuori... Il mio rapporto con lui? Fantastico, come al solito giravano voci che avrebbe sostituito il medico, non successe nulla. Lui è un grande professionista, rispetta i professionisti e per me sono stati tre anni eccezionali. Lo ricordo alla grande e facemmo anche un grande campionato, se non ci avessero levato qualche punto avremmo fatto qualcosa in più. Un aneddoto? Ero tanto mai esasperato per quello che stava succedendo che in una partita mi alzai cinque minuti prima della fine, ero talmente arrabbiato che avevo paura che se avessi incontrato l'arbitro o assistente al rientro gli avrei dato un cazzotto sul muso e mi avrebbero squalificato a vita. In quell'anno successe tre o quattro volte. La Roma attuale? Non mi ha meravigliato, ci vuole tempo per digerire gli allenamenti e gli schemi di Zeman, sono passati quattro mesi, sapevo che in quattro mesi avrebbe tirato fuori quel che sta tirando fuori adesso. Non dimentichiamo che sta lavorando con una squadra quasi Under 19 che non mi sembra abbiano sfigurato ieri. Zeman ti dà certezza, magari avessi avuto io un allenatore come lui. Quale giocatore maggiormente avvantaggiato da Zeman? I grandi campioni sono avvantaggiati perché trovano tranquillità, basti vedere il rendimento di Totti che è un grandissimo campione e sta rendendo di più di quanto già immensamente non rende tutti gli anni. L'importante è che i giocatori sappiano fare i professionisti, Zeman pretende che tutti intorno a lui sappiano fare i professionisti, dai calciatori allo staff”.


MARCIEL - "Marciel sarà il nuovo acquisto della Roma. Arriva dal Brasile, ha 17 anni ed è un fenomeno. Ha mosso i primi passi nella scuola calcio di Emerson. L’ex giocatore giallorosso un paio di settimane fa è venuto nella capitale per trattare con Baldini". Così Pato Moure, da Porto Algre, ai microfoni di Radio Manà Manà Sport, nel corso della trasmissione "1927, la storia continua". Il giornalista brasiliano, famoso nell'etere romano, racconta di aver suggerito Thiago Silva alla Roma: "Quando aveva 17 anni consiglia il difensore. Bruno Conti era d'accordo, la società no. Costava un milione".

CHIEVO - Come riportato dal sito ufficiale del Chievo Verona, i ragazzi di Corini hanno svolto oggi una doppia seduta di lavoro: "Al mattino riscaldamento in palestra, poi skip sul campo e tattica con palla, nel pomeriggio torelli, possessi palla e partitina a campo ridotto. Domani la squadra si allenerà al mattino. Continuano il loro programma Luciano, Frey e Vacek".

PARIGI - Secondo indiscrezioni raccolte da Tuttomercatoweb, nella partita di oggi di Coppa Italia tra Arezzo e Isernia ci saranno molti osservatori per vedere all'opera il centravanti sedicenne Giacomo Parigi. Sul talento del club toscano l'Atalanta è in pole, anche se pure Roma e Juventus hanno palesato il loro interesse.