PAGELLE AS ROMA vs DELFINO PESCARA 1936 0-1 - Giallorossi sottotono. Spiccano Capradossi e Ferri

07.02.2015 19:25 di Alessandro Paoli Twitter:    vedi letture
PAGELLE AS ROMA vs DELFINO PESCARA 1936 0-1 - Giallorossi sottotono. Spiccano Capradossi e Ferri
© foto di Luciano Sacchini

FAIELLA, voto 6 - Malgrado la rete incassata su calcio di rigore effettua una serie di interventi piuttosto efficaci salvando i giallorossi da un passivo più ampio.

BELVISI, voto 6 - Contiene l'estroso Iorio offrendo una prestazione solida in fase difensiva. Nella ripresa cala a livello atletico.

CAPRADOSSI, voto 6,5 - Tiene per mano la retroguardia giallorossa effettuando diverse buone chiusure difensive prima di uscire afflitto da un guaio muscolare nella ripresa (dal 67' CALÌ, voto 5,5 - La squadra non lo supporta e quei pochi palloni che tocca risultano infruttuosi).

PAOLELLI, voto 5,5 - Tornare a svolgere il ruolo di difensore centrale, soffre particolarmente i duelli personali contro gli attaccanti biancocelesti in particolar modo Monni.

SAMMARTINO, voto 4 - Pronti via compromette la sua prestazione con lo sciagurato fallo da calcio di rigore che, oltre a costargli l'espulsione, consente al Pescara di passare in vantaggio.

NDOJ, voto 6 - Tra i centrocampisti giallorossi è l'unico a metterci il piede e a sacrificarsi nella riconquista della sfera (dal 55' NJIKI TCHOUTOU, voto 5,5 - Non sfrutta a dovere la propria velocità sbattendo incessantemente addosso la muro difensivo eretto dal Pescara).

PEPÍN, voto 5,5 - Nonostante qualche timida geometria in fase d'impostazione passa gran parte della sua partita a guardar sfrecciare i centrocampisti avversari (dal 72' DI LIVIO, voto 5,5 - Prende il posto di Pepín non riuscendo a mostrarci la sua classe).

ADAMO, voto 5,5 - Ad eccezione di uno spunto ad inizio ripresa trascorre gran parte della sua partita alla ricerca della giusta posizione in campo, che, purtroppo, non trova (dal 65' D'URSO, voto 6 - Pur sbagliando qualche appoggio di troppo, vivacizza il centrocampo giallorosso alternando con profitto entrambe le fasi di gioco).

FERRI, voto 6,5 - Svaria lungo tutto il fronte d'attacco giallorosso risultando l'unico vero pericolo per la difesa avversaria.

SOLERI, voto 6 - Nel poco tempo in cui rimane in campo aiuta la squadra in fase di non possesso (dal 25' ANOČIĆ, voto 6 - Subentra a Soleri schierandosi come terzino sinistro ed offrendo una prova volenterosa in entrambe le fasi di gioco).

DI MARIANO, voto 5,5 - Accenna un paio di accelerazioni delle sue senza destare particolari apprensioni alla difesa avversaria.

All. DE ROSSI, voto 5,5 - Orfano di diverse pedine titolari da inizio torneo, presenta una Roma imbottita di seconde linee incapace di destare, a chi la guarda, la sensazione di un'organizzazione tattica. Malgrado ciò, stacca un biglietto per gli ottavi di finale assistito, come da tradizione viareggina, da un pizzico di fortuna. Dal prossimo turno si esige un'altra Roma.