Finale Primavera TIM: Roma e Varese a confronto

Tra i giallorossi bene Viviani, tra i biancorossi ok Wagner
10.06.2011 16:00 di Giulia Spiniello  articolo letto 2278 volte
Fonte: www.osservatoriocalcioitaliano.it
© foto di Alberto Fornasari
Finale Primavera TIM: Roma e Varese a confronto

Saranno Roma e Varese a contendersi la finale Primavera Tim trofeo “G. Facchetti”. I giallorossi approdano all’atto conclusivo avendo superato il Milan (1-0) nei quarti e il Genoa (2-0) in semifinale. La squadra allenata da mister Alberto De Rossi si è piazzata prima nel girone C con 62 punti in 26 partite disputate a fronte di 20 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte ed un vantaggio di 7 punti sulla seconda classificata. Il Varese ha inflitto un pesante 5-1 alla Juventus nei quarti superando 7-6 (d.c.r.) la Fiorentina in semifinale (1-1 al termine dei tempi regolamentari). La compagine di Devis Mangia ha concluso il girone B totalizzando 57 punti (17 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte) che vale la testa della classifica staccando l’Atalanta di 1 punto e le milanesi di 3 punti.

Nella vittoria contro il Genoa i giallorossi hanno totalizzato una percentuale di pericolosità pari al 78.7% a fronte di 27 conclusioni totali, 11 delle quali nello specchio della porta difesa da Perin. In evidenza il duo Ciciretti-Viviani, 6 tiri ciascuno. Le proiezioni offensive si sono sviluppate principalmente lungo l’out sinistro (42%). In fase di costruzione la Roma ha confezionato 560 giocate con una percentuale di passaggi riusciti del 56.5% ed una supremazia territoriale di 09':40’’. Protagonista della manovra Viviani con 46 passaggi riusciti, segue Frascatore con 45. Il numero 6 giallorosso, insieme a Mladen, è il giocatore ad aver sottratto il maggior numero di palloni agli avversari (28 in totale). Si conferma solida la linea difensiva: nessuna rete subita nella fase finale, una protezione area nell’ultimo match pari al 67.9%.

Lo rileva il Report n. 49/2011 dell´Osservatorio Calcio Italiano, website monitoring delle manifestazioni calcistiche in Italia.

Il Varese approda in finale concludendo in 8 il match contro la Fiorentina. La squadra di mister Devis Mangia, dopo l’iniziale vantaggio siglato da Lazaar, subisce il ritorno viola anche se il pareggio giunge solo in pieno recupero. Nonostante l’inferiorità numerica i biancorossi mantengono una discreta iniziativa nella manovra con 519 giocate a fronte di una percentuale di passaggi riusciti del 57.0%. Wagner colleziona un totale di 48 passaggi riusciti mentre in fase di interdizione fondamentale è il contributo fornito da Bianchetti: per il numero 6 biancorosso 32 palloni recuperati, miglior performance in assoluto. Lazaar e Ferreira sono i giocatori ad aver creato i maggior pericoli alla retroguardia viola: la manovra offensiva del Varese si è sviluppata principalmente per vie centrali (43%), maggiormente impiegata la corsia sinistra(33%) rispetto all’out destro (24%).

La Roma ha in bacheca sei titoli (2004/05, 1989/90, 1983/84, 1977/78, 1973/74, 1972/73), secondo miglior piazzamento a pari merito con l’Inter. Guida il Torino con 8 titoli.