Fiorentina-Roma - I duelli del match

03.11.2018 14:45 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
© foto di Federico Gaetano
Fiorentina-Roma - I duelli del match

Reduce dal pareggio contro il Napoli, la Roma torna in campo questo pomeriggio alle 18 al "Franchi" di Firenze, contro una Fiorentina che in casa, in questa stagione, non ha mai perso.

Come di consueto, Vocegiallorossa.it propone i duelli che potrebbero decidere il match.

 

KOLAROV-CHIESA - A parte qualche lampo – gol nel derby su tutti – il terzino serbo appare un po' in calo rispetto alla passata stagione. Tuttavia, servirà tutta la sua esperienza al Franchi per fermare l'idolo di casa, ossia Federico Chiesa. Il numero 25 viola è senza dubbio la stella della squadra, l'unico in grado di poter cambiare la partita da un momento all'altro. Dato il periodo buio di Simeone e Pjaca, Pioli confida nel talento di Chiesa per continuare la striscia positiva di risultati casalinghi.

CRISTANTE-GERSON - A causa dell'assenza forzata di De Rossi, Bryan Cristante agirà da mediano accanto a Nzonzi. L'ex Atalanta, fin qui, non ha rispettato le attese e, dopo aver giocato come mezzala nel 4-3-3, ha arretrato la sua azione di gioco con il passaggio al 4-2-3-1. Sebbene non sia propriamente il suo ruolo, Cristante dovrà far ricredere i suoi detrattori a partire da questo pomeriggio. Sulla sua strada, troverà l'ex giallorosso Gerson, passato in prestito secco questa estate in Toscana. Il brasiliano gode della fiducia di Pioli ed è partito spesso titolare a sinistra nel centrocampo a 3 della Viola: sicuramente, contro i suoi vecchi compagni, avrà una motivazione in più per fare bene.

ÜNDER-BIRAGHI - Reduce dall'assist per El Shaarawy contro il Napoli, Ünder sarà confermato da Eusebio Di Francesco largo a destra sulla trequarti. Il giovane attaccante turco dovrà vedersela con Biraghi, in crescita costante dal momento del suo passaggio alla Fiorentina nella passata stagione. Le sue prestazioni in maglia viola, infatti, hanno convinto il CT Roberto Mancini a convocarlo, con la gioia della rete personale in Nations League contro la Polonia.