Wolfsberg-Roma 1-1 - Top & Flop

04.10.2019 20:45 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Wolfsberg-Roma 1-1 - Top & Flop

TOP 

UNA PARTITA DI VANTAGGIO - Roma e Wolsberg non si fanno male l'una con l'altra e portano a casa 1 punto per uno. Risultato che, combinato a quello dell'altra gara del girone J, tra Borussia Mönchengladbach e Istanbul Basaksheir fa rimanere le due squadre con una partita di vantaggio rispetto alle altre (4 punti contro 1), con una gara in meno da disputare. 

PRONTO ALL'USO - Pau Lopez non ce la fa, si fa trovare pronto, così come fece la scorsa stagione, Mirante. Può far poco sul gol di Liendl, salva in un paio di circostanze, nel primo tempo, la squadra dal gol dello svantaggio. 

GOLLONZO - Se ci fosse ancora Mai Dire Gol in TV rivedremmo il gol di Spinazzola in tutte le salse con l'apposita colonna sonora, diventate cult. Nei tempi che corrono senza ombra di dubbio farà il giro del mondo tra YouTube e chat WhatsApp. Alla fine, la testa lui ce la mette... due volte. 

FLOP 

POLVERI BAGNATE - La Roma è passata da segnare in tutti i modi (a essere pignoli lo fa anche a Graz) a ritrovarsi con una precisione sottoporta troppo bassa. 0 gol contro l'Atalanta, 1 gol a Lecce (con rigore sbagliato), 1 gollonzo contro il Wolfsberg a fronte di 19 tiri verso la porta di Kofler. 

SENZA QUEI DUE... - Anche loro devono tirare il fiato. Ma, parafrasando una frase  passata alla storia: "C'è una Roma con Kolarov e Dzeko, c'è una Roma senza Kolarov e Dzeko". 

COSTRETTO A NON SBAGLIARE MAI - Ne avevamo parlato già in estate, vedi il primo gol subito a Perugia contro l'Athletic Club, vedi come nasce la rete di Zapata all'Olimpico, perdere palla in fase di uscita diventa deleterio. Lo è stato anche alla Merkur Arena con l'errore di Spinazzola che ha dato il via al gol del pareggio di Leindl. 

EL FIACCO -  "È un giocatore di grande qualità che non giocava da tempo, ora vogliamo recuperare il suo minutaggio, ha bisogno di recuperare l’intensità della partita". Questo Fonseca sulla prestazione di Pastore, ma potrebbe essere un copia e incolla di Di Francesco, Ranieri, Monchi, Petrachi, chiunque sia stato interpellato a commentare le partite de El Flaco. Leggi le statische e vedi una precisione di passaggi elevatissima, guardi la partita e ti accorgi di come non riesca a prendere per mano una squadra di cui per esperienza e doti tecniche ne dovrebbe essere leader indiscusso, in un modulo di gioco dove dovrebbe esprimersi al meglio. Mai uno strappo, quando prova il tiro o calcia alto o strozza il pallona a lato, da fermo, su angolo mette in testa la palla per Spinazzola. Alla fine viene richiamato in panca, nella speranza che Antonucci potesse dare vivacità all'attacco giallorosso. 

VEDO GIALLO - 23 cartellini gialli in 8 partite ufficiali, con leader indiscusso Nicolò Zaniolo. Troppi cartellini gialli, soprattutto spesi male.