Udinese-Roma 0-4 - Top & Flop

31.10.2019 22:50 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Udinese-Roma 0-4 - Top & Flop

TOP

PER FAZIO - Vittoria e quarto posto per la Roma che vince per il proprio difensore ingiustamente espulso dalla coppia Irrati-VAR, senza alcun motivo. 

IL BARONE FONSECA - "In dieci si gioca meglio" il famodo paradosso di Liedholm applicato alla lettera da Fonseca. Vittoria in 10 vs 11 a Bologna (lì fu espulso Mancini). Partita dominata in 10 vs 11 contro l'Udinese. 

ZAN1-0LO - Primo gol in trasferta con la maglia giallorossa per Nicolò. Gol di rapina, caparbio a sfruttare la gaffe del difensore bianconero. Gioca molto centrale, praticamente da centravanti, con Dzeko molto mobile. 

GRANDE GIOVE! - Se googlate Christopher Lloyd, vedrete come primo risultato il famoso Doc di Ritorno al Futuro, solito usare questa espressione in segno di stupore. La Roma ha il suo Christopher Lloyd, a cui aggiungere però il cognome Smalling. Il difensore inglese continua a stupire con le sue prestazioni, trovando anche la via del gol, quello dello 0-2 che dà ulteriore slancio e convinzione alla squadra. 

COVERCIANO - Da prende e far vedere e rivedere a tutti quelli che vogliono diventare allenatore: il gol di Kluivert. Dall'uscita palla al piede dalla propria area di rigore, all'assist di Pastore, al gioco di prestigio di Kluivert. 

PAST-ORA? - Da giocatore anonimo, acquisto criticato a calciatore che più gioca e più diventa importante per la squadra. Difficile non dare una maglia da titolare a questo Pastore. 

FLOP 

IRR(IT)ATI - Ormai il rapporto tra la Roma e gli arbitri è un qualcosa di kafkiano. Dal calcio di rigore per fallo di mano - ehm, di faccia - in Europa League, al cartellino rosso per non fallo di Fazio su Okaka. A irritare, e ci riesce Irrati col suo labiale, è la ricerca al VAR di un fuorigioco (di chi?), non mettendo in dubbio la propria valutazione. E pensare che il VAR dovrebbe essere usato proprio per valutare, tra l'altro, i cartellini rossi.