Torino-Roma 0-1 - Top & Flop

20.08.2018 22:40 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
Torino-Roma 0-1 - Top & Flop

TOP 

L'IMPORTANTE ERA VINCERE - Come ha dichiarato Florenzi, non importa se al 1' o all'89', quando arriva il gol è sempre ben accetto, soprattutto se ti permette di iniziare con i tre punti la stagione. Un pareggio sarebbe stato mal digerito, specie visto le tante occasioni mancate, i tre punti, come sempre nel calcio, mettono tutti d'accordo. 

IL PIEDE SINISTRO DEL DIAVOLO - Destrorso sulla carta, mancino per bellezza del gol. Se Trinità ne era la mano sinistra, Edin Dzeko può tranquillamente esserne il piede sinistro. Un quasi bis del gol segnato a Stamford Bridge contro il Chelsea nella scorsa stagione. In una partita in cui aveva peccato nell'ultima scelta, s'inventa un capolavoro. Semplicemente Dzeko. 

JUST IN - Basta farlo entrare. La Serie A scopre una delle frecce a disposizione della faretra di Di Francesco. Una super-sub, per ora, da rivedere già contro l'Atalanta. 

VAR BENE COSÌ - Un po' come la mano de Er Pincipe Mario Brega. Il VAR può dar gioie, può far arrabbiare. Ieri è stata gioia.

 

FLOP 

PAST-ORE BUIE - Mezz'ala, esterno d'attacco. Alla Roma occorre ritrovare il vero Pastore. Sia nel primo tempo, ma soprattutto nel secondo, quando si addormenta sulla palla sul bell'assist di Kluivert, spreca due ottime occasioni da rete. I tre punti diminuiscono il rumore delle critiche. Resta la prestazione deludente. 

PRIMA IL RISULTATO, POI LA GIOCATA - "Bisogna fare gol". Non smetterà mai di urlarlo Di Francesco. La speranza è che, in un primo tempo come quello giocato dalla Roma, con la squadra in controllo della situazione, le occasioni per passare in vantaggio vengano sfruttate in maniera cinica, piuttosto che far prevalere la ricerca del gol personale al bene collettivo. 

ANNO NUOVO, VECCHI PALI - 3 il numero esatto (1 anche preso dal Torino per dovere di cronaca). Si ricomincia con il trend della scorsa stagione. Kolarov e Dzeko nel primo tempo, ancora il bosniaco nel secondo. Sfortuna o imprecisione? Ci ha pensato Edin a rispondere.