Roma-Avellino 1-1 - Top & Flop

21.07.2018 19:27 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
© foto di www.imagephotoagency.it
Roma-Avellino 1-1 - Top & Flop

TOP

SENTENZA SCHICK – Tra i più in forma del ritiro di Trigoria, l’attaccante ceco si conferma anche contro l’Avellino, segnando la rete del momentaneo vantaggio. Sommato alla tripletta contro il Latina, sono già 4 i gol in due uscite stagionali. Appuntamento il 26 luglio negli States contro il Tottenham per proseguire la striscia.

JUST-IN – Schierato nel tridente a destra, posizione non naturale, il talento ex Ajax è tra i più propositivi nel primo tempo. In più di un’occasione, infatti, tenta il dribbling contro l’avversario di turno, creando anche i presupposti per un assist a Dzeko, non concretizzatosi per la respinta della difesa irpina.

MONIT…OK – L’attaccante argentino ha voglia di riscattarsi dopo la mancata partecipazione al Mondiale e si vede. Nonostante l’avversario non irresistibile, il Monito fa quello che vuole sulla fascia e confeziona l’assist per il gol di Schick. Meriterebbe ampiamente la gioia personale, solamente sfiorata nel finale a causa del grande intervento di Bastianello.

FLOP

BENITO… STORPIO – Il Frosinone è la terza squadra in Italia dopo Juventus e Udinese ad avere un impianto di proprietà. Lo stadio è sicuramente un piccolo gioiello, peccato per la pessima manutenzione del campo, che avrebbe potuto causare degli infortuni ai giocatori, come dichiarato nel post-gara da Di Francesco.

IN VIAGGIO VERSO ITACA – Il tragitto Roma-Frosinone è stato più lungo del previsto per il pullman giallorosso. Sosta nella corsia d’emergenza quasi all’altezza di Ferentino, ingorgo nell’uscita verso la provincia laziale. Risultato? Arrivo della squadra alle 18:15 e match posticipato di 10 minuti.

IL VIZIETTO – Nella passata stagione, la Roma ha concluso diverse partite con il risultato di 1-0, divenuto quasi una costante in casa giallorossa. Tuttavia, i match vanno chiusi quando si ha l’occasione, altrimenti si potrebbe incappare in brutte sorprese come con Paghera a tempo scaduto. Fortunatamente era un’amichevole: squadra avvisata, mezza salvata.