Roma-Athletic Club 2-2 - Top & Flop

08.08.2019 19:40 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
© foto di Insidefoto/Image Sport
Roma-Athletic Club 2-2 - Top & Flop

TOP 

INTANTO IL TEMPO PASSA... - E in un modo o in un altro dovrà finire questo impasse che circonda la squadra, dal punto di vista di mercato. Tanti i giocatori ancora da piazzare, alcune, fondamentali (vedi Dzeko) le situazioni da risolvere per dare certezze a questa squadra. 

IMBATTUTI - Ottava amichevole per la Roma che tra alti e bassi riesce a rimanere comunque imbattuta, anche in una serata ricca di regali agli avversari. Domenica si sale ancora di livello, con la prova contro il nuovo Real Madrid di Hazard. 

SPECIALISTI - "Dominare il gioco". Questo quello che chiede Fonseca ai suoi. I gol però continuano ad arrivare da calci piazzati. Se contro il Perugia fu la volta della doppietta di Mancini da 2 calci d'angolo, questa volta sono un siluro di Kolarov (il suo secondo in questo precampionato) su punizione e un rigore piazzato di Pellegrini a pareggiare i conti. 

FLOP 

7 AGOSTO - Ok mischiare le carte. L'allenatore è nuovo, la squadra non definitiva, però a meno di 20 giorni dal calcio d'inizio della Serie A, occorrerebbe cominciare a dare un'identità all'11 che dovrà essere titolare. 

PRIMA DIFENDERE, POI SEGNARE - Lo aveva detto dopo la gara col Perugia: "Sono un difensore e l'obiettivo è migliorare in difesa piuttosto che segnare". Così è, vista la prestazione deludente di Mancini. Colpevole su entrambi i gol dell'Athletic Bilbao. Sul primo dà una palla col teschio a Diawarà (che ci mette del suo), sul secondo colpisce di mano il tiro calciato verso la porta di Pau Lopez, concedendo il penalty. 

GOL SUBITO 11 VS 10 - Una squadra che cura molto il possesso palla, una volta passata in superiorità numerica dovrebbe chiudere l'avversario, in attesa del momento giusto in cui colpire. Invece la pericolosità è stata pressoche nulla, trovando il pareggio su un calcio di rigore generoso. 

SCENEGGIATA PER UN RIGORE IN AMICHEVOLE - Cross dalla sinistra, Zaniolo tira in scivolata, colpendosi il braccio. Senza il VAR a disposizione di Maresca la dinamica di gioco fa sì che il tocco del braccio sembri essere del difensore dell'Athletic Club. Rigore concesso e proteste dei baschi. L'arbitro va a chiedere direttamente a Zaniolo che perde l'occasione di far pace con la classe arbitrale, lui molto spesso ammonito, compiendo un gesto di fair play. Chissà che questa furbata, inutile, non possa portare a conseguenze in Serie A.