Pizarro: "Voglio chiudere la carriera europea a Roma. Rapporto con Luis Enrique inesistente"

21.05.2012 08:40 di Gabriele Chiocchio   Vedi letture
Fonte: Il Romanista
© foto di Alberto Fornasari
Pizarro: "Voglio chiudere la carriera europea a Roma. Rapporto con Luis Enrique inesistente"

David Pizarro ha rilasciato una lunga intervista a Il Romanista. Eccone uno stralcio:

Il tuo futuro cosa prevede?
"Me ne vado prima in vacanza e poi tornerò a Roma. Per restare. Spero di finire la mia carriera europea qui a Roma. Ho ancora un anno di contratto e non ho intenzione di muovermi. Finirò qui. Sono molto motivato. Anche perché a novembre diventerò papà per la terza volta e vorrei che mio figlio fosse romano. E romanista. Gli altri due (Davca e Bastian, 10 e 9 anni) già lo sono".

Si era detto e scritto che a gennaio pensavi di andare alla Juventus per ritrovare il tuo preparatore e amico Bertelli, l’uomo giusto per rimetterti in forma.
"Facciamo chiarezza: io non mi volevo muovere da Roma. Non volevo andare da nessun’altra parte, soprattutto in Italia, e ho cercato fino all’ultimo di restare qui. Poi, all’ultimo, è arrivata la telefonata di Mancini. Non me l’aspettavo, è stata una cosa improvvisa. Ma a dir la verità non mi aspettavo neanche di cambiare aria"

Il tuo rapporto con Luis Enrique.
"Non posso dire nulla di questo".

Cioè?
"Non c’è nulla da dire. Il rapporto è sempre stato praticamente inesistente. Non c’era".

Per la panchina della Roma si fa il nome di Montella. Il tuo rapporto con lui è sempre stato forte.
"Non mi cambia nulla il nome del nuovo allenatore, Montella che è molto bravo, o chi per lui. Come dicevo prima, a me interessa solo terminare la mia carriera europea qui nella Roma poi finirò in Cile a Valparaiso. Se davvero arriverà Montella si farà trovare pronto, però non dico altro perché non sono abituato a parlare delle cose che non sono ancora sicure".